Senza categoria

Berlusconi, il male assoluto di sempre?

BERLUSCONI

Non passa giorno che non leggiamo qualcosa di Berlusconi coinvolto in qualche processo. Tanti in verità. fino al punto da ipotizzare un accanimento giudiziario nei confronti di un personaggio che tra le tante porcherie che avrebbe commesso, c’è anche quella di aver creato un grande movimento di opinione in un momento critico per l’Italia finita in tribunale per merito o per colpa di un pool di magistrati (sarà la storia a dirimere questo dilemma) con l’operazione mani pulite che ha di fatto distrutto la Democrazia Cristiana e azzerato il Partito Socialista Italiano e tutta una classe politica potente rappresentata da colui che ha pagato per tutti fuggendo dall’Italia e rifugiatosi nel suo eden di Hammamet in Tunisia a 60 km da Tunisi. Chi era Berlusconi e chi è, lo sa tutto il mondo, ma forse nessuno prevedeva che avrebbe scalato a piedi l’Everest, assurgendo ad una notorietà e ad un potere notevole quale presidente del Consiglio dei Ministri in compagnia di un’Alleanza Nazionale che da opposizione storica diventava forza  sghettizzata di Governo. Forse il grande errore di Silvio Berlusconi sono state le sue cattive compagnie ed i facili incensatori, e la convinzione di poter continuare a fare quello che magari aveva sempre fatto senza tenere conto che nella sua posizione di uomo di primo piano e capo del Governo, avrebbe dovuto usare più prudenza e mantenere una condotta comportamentale adeguata al suo ruolo. Diciamo pure che il cavaliere è stato anche molto invidiato per le sue ricchezze, fatto sta che in questi venti anni non ci sono reati per i quali non è stato accusato, fino a quello di pedofilia per essersi intrattenuto con una giovane minorenne con la quale non si sa cosa abbi fatto. L’ultimo processo che lo riguarda e quello relativo alla trattativa stato mafia dove si ipotizza (e non ci meravigliamo) che il Cavaliere avrebbe pagato un pizzo considerevole ai capi mafia Riina e Bontade per avere protezione. Ci auguriamo di chiudere definitivamente questa storia, con un atto di grazia da parte del Presidente della Repubblica e la definitiva uscita di scena dalla politica di Silvio Berlusconi presunto imputato colpevole e innocente.

                                                                                                                                                                  Lucio Marengo

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy