Puglia

Blasi: “L’Oasi ‘Bosco Serra dei Cianci’ è un patrimonio da proteggere e valorizzare. La giunta riveda il Piano faunistico regionale 2018-2023”

Nota del Consigliere regionale del PD, Sergio Blasi. 
“Ieri, in un’apposita audizione congiunta della II e della IV Commissione, ho chiesto di fare chiarezza sul nuovo Piano faunistico regionale 2018-2023 (delibera di giunta n. 940 del 29 maggio 2019) e in particolare sull’ambigua riperimetrazione, in esso contenuta, dell’Oasi ‘Bosco Serra dei Cianci’, un’area protetta ricadente nei territori di Alessano e Specchia. Ebbene, stando al nuovo Piano, l’Oasi non comprenderà più la zona storicamente individuata, per altro come zona Sic, ma interesserà piuttosto una nuova area, fortemente antropizzata, dove ricadono attività industriali, artigianali e commerciali, strutture ricettive e residenziali. Un’area, insomma, che si fa davvero fatica a definire “protetta”, in quanto soggetta a un forte inquinamento acustico e luminoso, assolutamente non idonea a favorire la sosta e il rifugio della fauna selvatica. 
Nel merito è intervenuto il dirigente regionale della Sezione tutela delle risorse forestali e naturali, Domenico Campanile, il quale si è impegnato a rivedere il Piano faunistico, tenendo conto delle diverse esigenze avanzate dalle Associazioni ambientaliste e venatorie. 
Ho chiesto dunque formalmente alla Struttura assessorile di ritornare sui propri passi e ripristinare la precedente area Sic, certamente più idonea a essere considerata area protetta. 
In tal senso sarà formalizzata dalle due Commissioni consiliari congiunte la richiesta di ripristino dell’Oasi “Bosco Serra dei Cianci”, che per 10 anni ha rappresentato un presidio naturale, storico e paesaggistico di fondamentale importanza, caratterizzato per l’altro dalla presenza dei Sentieri di pace e dai cammini della Via Francigena. Ho ritenuto che intervenire con determinazione fosse non solo giusto, ma doveroso nei confronti del nostro territorio e in particolare del Basso Salento”.

/comunicato 

Related posts

Ferrovie Sud Est, Morgante: “Esercito penalizzato”

redazione@metropolinotizie.it

Carenza di materiale umano, per ora non esiste un avversario in grado di Battere Emiliano alle prossime regionali

Redazione Metropoli Notizie

Treni per pendolari e turisti, Longo: “La Puglia può tirare un sospiro di sollievo”

redazione@metropolinotizie.it

Accolta la richiesta della CIA Puglia per la concessione di più carburante agevolato per gli agricoltori

Redazione Metropoli Notizie

Soppressione autobus da Mottola all’ex Ilva. Galante incontra FSE: “Impegno per monitorare le corse e rimodulare orari”

redazione@metropolinotizie.it

Turismo e prezzi salati nel Salento: panzerotto o calzone venduto a 5 euro in aeroporto. Dopo la polemica sulla “frisa d’oro” un altro “scandalo” alle porte del Salento: panzerotto (o calzone a Lecce o fritta a Brindisi) venduto a 5 euro (4,90 euro per la precisione) all’aeroporto di Brindisi.

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy