Puglia

Cavallino (LE). Trevisi (M5S): “No all’impianto di trattamento dell’amianto in un territorio già troppo stressato”

“Troppo vicino ai centri abitati e ai siti sensibili, peraltro in un territorio già eccessivamente stressato dal punto di vista ambientale. Per questo sosteniamo le comunità salentine che dicono no all’impianto sperimentale di trattamento dell’amianto proposto dalla “Pra s.r.l.”, per il quale l’azienda ha anche presentato una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) presso il Comune di Cavallino”. 

Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi, assieme ai portavoce locali di Cavallino e Lizzanello, Giampaolo Falco e Antonio Parlangeli, manifesta la sua vicinanza ai sindaci dei comuni di Lequile, Lizzanello, San Cesario e San Donato nella guerra contro l’impianto sperimentale.

 “Già dal 2016, il Movimento 5 Stelle e ha coinvolto i i cittadini con banchetti nelle piazze di tutti i Comuni coinvolti, raccogliendo firme per la presentazione delle Osservazioni del Pubblico. Il progetto è stato poi rivisto – spiega Trevisi – e ripresentato per ben due volte, ma restano le nostre perplessità sulla realizzazione dell’impianto”. 

 Quando sembrava tutto archiviato, il Ministero dell’Ambiente ha richiesto delle nuove integrazioni al progetto e ad aprile del 2018, poco prima della nascita dell’attuale Governo Conte, è stato  rilasciato il Parere CTVIA con cui si esclude l’assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale.

 “Non possiamo ignorare – incalza Trevisi  – che dal Comune di Cavallino non è mai stata espressa una posizione chiara in merito. Ma il silenzio in questo caso sembra piuttosto eloquente”.

/comunicato

Related posts

Recupero eccedenze alimentari, Mennea: “La Puglia esempio virtuoso anche a Roma”

redazione@metropolinotizie.it

Dico NO alla droga per le strade di Barletta

redazione@metropolinotizie.it

Settimana della Protezione civile, Mennea: “Informare e prevenire per vivere meglio”

redazione@metropolinotizie.it

Prima i cinghiali, poi la Xylella, poi le cavallette, ora i pappagallini che mangiano le mandorle, tutto a danno dell’agricoltura pugliese.

Redazione Metropoli Notizie

ASSEGNI DI CURA, INTERROGAZIONE DI DAMASCELLI (FI): “RITARDI, SCARSE RISORSE, POCHI BENEFICIARI E PRESE IN GIRO”

redazione@metropolinotizie.it

Ferrovie del Sud Est: settembre andiamo è tempo di … pagare

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy