Politica

Continuano incessantemente gli arrivi di migranti sulle coste italiane ma al Parlamento Europeo penoso silenzio dei 73 eurodeputati italiani.

Ogni giorno sulle coste italiane si consumano le tragedie di chi cerca in ogni modo di approdare con qualsiasi mezzo sulle nostre coste. Un losco giro di milioni di euro, con false ong, facendo assumere alle nostre Istituzioni atteggiamenti che possono sembrare poco solidali senza che nessuno suggerisca soluzioni alternative.

Sarebbe più giusto controllare meglio il fenomeno e nel caso adottare la giusta ripartizione tra i Paesi europei. Germania, Francia ed altri governi che siedono rappresentati nel parlamento europeo, nicchiano rendendo ancora più drammatico il peso di responsabilità anche morali a carico dell’Italia che, non può accogliere tantissima gente disperata.

Non parlano le rappresentanze di altri Paesi e neppure i 73 rappresentanti italiani che sembrano non esistere e che dovrebbero rifiutarsi di sedere in un parlamento che finge di ignorare il grosso problema della immigrazione clandestina con le prevedibili conseguenze.

Il Presidente Mattarella dovrebbe richiamare i nostri eurodeputati invitandoli e ricordarsi di essere stati eletti in Italia.

Related posts

Il Ministro dal sorriso sarcastico elargisce regali di sottogoverno.

Redazione Metropoli Notizie

Spinazzola. M5S lancia petizione contro chiusura PPI. “Dal primo luglio si è creato il caos. Vogliamo tutelare la salute dei cittadini”

redazione@metropolinotizie.it

Bari, Salvini senza coalizione avrebbe ottenuto più voti

Redazione Metropoli Notizie

Migranti, “paradosso” Sea Watch: nei giorni dellʼodissea sbarcate oltre 300 persone | In 17 solo domenica

redazione@metropolinotizie.it

Conca (M5S) Emiliano mi quereli ma non esiste uno studio di fattibilità sull’ospedale del nord barese

Redazione Metropoli Notizie

12 miliardi l’anno per gli enti inutili?

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy