Attualità Puglia

Crac casa editrice, sigilli 93mila libri

Avrebbe continuato a vendere i volumi anche sui canali web

I proprietari di una società editrice dichiarata fallita avrebbero continuato a vendere libri pubblicizzandoli attraverso internet: per questo circa 93mila volumi – testi scientifici, saggi e collane -, per un valore commerciale di oltre 1,3 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza su disposizione del Tribunale di Brindisi.


Il sequestro è stato compiuto a Fasano (Brindisi), sede della casa editrice dichiarata fallita, e in librerie di altre località della Puglia, ma anche in Toscana, Umbria e Campania.
Le opere sequestrate, che costituivano gran parte del patrimonio aziendale della società fallita, erano state cedute, secondo quanto accertato dagli investigatori, a un prezzo irrisorio e proprio in prossimità del fallimento a una nuova compagine societaria operante nello stesso settore, con identica sede e riconducibile alla stessa casa editrice fallita, per poi essere vendute al pubblico mediante rivenditori al prezzo di “copertina”. Due le persone denunciate.

Fonte: Ansa

Related posts

Dove è finita la destra di Pinuccio Tatarella?

Redazione Metropoli Notizie

Le vittime della strada sono in aumento? E gli ubriachi al volante?

redazione@metropolinotizie.it

Zinni: in Puglia si fanno pochi figli, necessario un piano di politiche famigliari

Redazione Metropoli Notizie

Canne della Battaglia, Mennea: “Dopo la Regione, ora fondi dal Mibac per finanziare la rievocazione storica”

redazione@metropolinotizie.it

Bando per l’acquisto di bici per i braccianti agricoli, Turco: “Pubblicato avviso che recepisce mio progetto”

redazione@metropolinotizie.it

Loizzo: strade provinciali o discariche? Le Province provvedano la Regione se può collabori

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy