Politica Sanità

DAMASCELLI (FI): “RITARDI NELLA CONSEGNA DI FARMACI SALVAVITA, EMILIANO SI RENDE CONTO DEL DANNO PER I CITTADINI?”

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.

“Ci sono cittadini che non possono restare neanche un solo giorno senza assumere farmaci salvavita per la loro patologia. E c’è una Regione, la Puglia, che non considera questa necessità imprescindibile, tanto che non eroga tali farmaci in tempi ragionevoli. Parliamo di anticoagulanti di nuova generazione, che vengono ordinati dalle farmacie allegando la ricetta. O anche di alcuni chemioterapici e dei loro equivalenti, di alcuni particolari antidepressivi e dei loro equivalenti. Il cittadino, con la ricetta del medico curante, va in farmacia e ordina quanto necessario.

Le farmacie, allora, inviano la richiesta e, nei casi normali, dopo un giorno sono nelle condizioni di consegnare il medicinale. Capita però, che i tempi si dilatino fino ad una settimana. Così come succede che al cittadino venga data una sola confezione di farmaco, anche quando sulla ricetta ne sono previste due (ma per la seconda c’e da aspettare). Il che significa che può succedere che un paziente affetto da una patologia grave, per la quale non può fare a meno di assumere un farmaco, rimanga anche una settimana senza. Perché? La risposta ricevuta è sempre la stessa: ‘È colpa della Regione’.

E, allora, chiedo all’assessore alla Sanità e presidente Emiliano: sa che significa non poter prendere un anticoagulante per una settimana per una persona affetta da rilevanti forme di trombofilia? Sa che significa per un paziente non poter assumere i chemioterapici perché i tempi della burocrazia regionale non lo consentono? Si rimedi immediatamente, fornendo a tutti i cittadini pugliesi i farmaci di cui hanno bisogno”.

Fonte: Federica Stea

Related posts

Chiusura stazione ferroviaria di Brindisi, Marmo (FI): “Assessore Giannini intervenga”

redazione@metropolinotizie.it

Mario Conca: nel 2018 la spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale ha sforato il tetto massimo per oltre 51 milioni di euro.

redazione@metropolinotizie.it

I 5 Stelle per accontentare la piazza fingono di non conoscere gli stipendi leggendari degli amici dirigenti delle partecipate

Redazione Metropoli Notizie

Giannini se ci sei batti un colpo.

redazione@metropolinotizie.it

Allora arrestateli tutti!

redazione@metropolinotizie.it

Perchè non nominare ministro Beppe Grillo?

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy