Politica Prima Pagina

Delrio sulla graticola. Nuove accuse nei suoi confronti

Oggi il quotidiano La Verità in prima pagina, pubblica la notizia che Delrio, l’attuale capogruppo alla Camera del PD, avrebbe aiutato le cosche. In particolare, la sentenza del processo Aemilia alla ‘ndrangheta, afferma che i suoi comportamenti le hanno oggettivamente rafforzate. Il quotidiano a scanso di equivoci, si affretta a dire che non ci sono responsabilità penali per il piddino Delrio ma continua però dicendo che il viaggio dei candidati sindaci di Reggio Emilia a Cutro in Calabria per raccogliere consensi tra gli emigranti, costituì di fatto un aiuto ai clan. Tutti a quanto pare si dicono fiduciosi nella Magistratura, e sarà sicuramente lo stesso anche per Delrio, ma noi possiamo avere fiducia in questi politici? Si può avere fiducia di costoro che hanno raccontato al Paese che la cosa giusta da fare, fosse il matrimonio (d’interesse) col partito di Grillo? Si può avere fiducia in un movimento, quello dei 5 Stelle, che hanno fatto della questione di Reggio Emilia, e dei bambini rubati alle loro famiglie, l’emblema della loro lotta contro il partito di Renzi e Delrio? Come è possibile che a fronte di fatti così gravi, e commessi proprio nella città in cui Delrio ha militato per anni a anni da sindaco, nessuno se ne sia accorto, a parte ovviamente gli scandali e scandaletti tipo l’assunzione della sua segretaria alla multi-utility Iren? I Giudici hanno sentenziato che i fatti si collocano “su un piano grigio e ambiguo rivelatore di una mancanza di compattezza delle istituzioni nel sostenere l’azione del prefetto. I politici cutresi – si legge ancora – sono intervenuti per cercare di indebolire e isolare il prefetto De Miro”. I grillini all’epoca si scagliarono contro Delrio accusandolo di non dire la verità e che fosse reticente, alla quale gravissima accusa, l’ex sindaco di Reggio Emilia, oppose un fiero silenzio. Adesso la questione passerà a quanto pare alla commissione antimafia, sempre se, la portaerei PD non riuscirà a mitigare quello che appare uno scandalo dalle proporzioni incalcolabili. Sarà un caso, ma il furbo Renzi, ha già abbandonato la nave lasciando i suoi ex amici a trastullarsi con problemi di ogni tipo e grado e forse il Paese, se si andrà finalmente a votare, almeno questa, speriamo sappia gestire il bombardamento dello spread che per certo ci arriverà tra capo e collo.

Related posts

Domenica mattina on line i dati sull’andamento dell’affluenza ai seggi delle elezioni.

Redazione Metropoli Notizie

12 miliardi l’anno per gli enti inutili?

Redazione Metropoli Notizie

Regionali 2020, Senso Civico incontra Partito Repubblicano

redazione@metropolinotizie.it

Fallimento “Mercatone Uno”: le novità sulla società maltese e il timore di riciclaggio delle banche italiane.

redazione@metropolinotizie.it

2a Parte – LA PRIMAVERA-ESTATE del 2013 delle FERROVIE SUD EST

redazione@metropolinotizie.it

La politica è come il gioco del burraco?

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy