Politica

Di Maio parla sempre degli altri, mai di sè. Quanti tra deputati e senatori resteranno a casa nella prossima legislatura?

Che bravo il sig. Di Maio specie quando parla sempre degli altri. Non più di due legislature per tutti, fatta eccezione OVVIAMENTE per il gruppo di dirigenti che restano aggrappati alle poltrone (un grosso SACRIFICIO da compiere).

Il Paese ha bisogno di Di Maio, di Grillo che fa il manovratore nell’ombra, di Fico, e del gruppo di scienziati che compone il governo. E gli altri che fine faranno? “Perchè esistono gli altri”, direbbe il Ministro degli Esteri.

Non ho citato Casaleggio visto che nel movimento attraverso la piattaforma Rousseau sembra avere il compito speciale di selezionare una classe dirigente che non c’è. Tra qualche giorno sarà sicuramente approvata in Parlamento la riduzione di deputati e senatori.

Ma la legge istitutiva, che dovrebbe essere un esempio di democrazia partecipata, quando la predisporranno? In futuro, hanno detto. Non sappiamo se questa legislatura avrà vita ancora per molto, ma comunque finirà, i grillini saranno riusciti nel loro intento ed il PD ne pagherà le conseguenze.

Related posts

12 miliardi l’anno per gli enti inutili?

Redazione Metropoli Notizie

Vera unità del centro destra, come dire vera opposizione?

Redazione Metropoli Notizie

Pensioni, verso una stretta su quota 100: tre mesi d’attesa in più per lasciare il lavoro

redazione@metropolinotizie.it

Ocean Viking – Morgante: “Emiliano ha dato disponibilità porto per ricandidatura?

redazione@metropolinotizie.it

Chi di coltello ferisce,qualche volta di coltello perisce

redazione@metropolinotizie.it

In assenza di una storica opposizione i deputati grillini indagano sui mali della sanità pugliese

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy