Politica

Di Rella candidato sindaco, già dimenticato?

Qualche tempo addietro in occasione della presentazione della candidatura di Pasquale Di Rella notai qualche perplessità nelle espressioni di alcuni presenti che lo sostenevano, ma a parte la consapevolezza di dover partecipare ad una campagna elettorale certamente non facile, non c’era altro e soprattutto non c’erano possibili grossi portatori di voti. Con qualche decina di preferenze, addirittura con zero voti o poche unità dove potevano sperare di arrivare? Non ha aiutato una campagna elettorale affidata ad un giornale on line, gestito da due personaggi noti, il cui impegno non è apparso rilevante.
Ha influito la stranezza nelle decisioni di Di Rella che personalmente continuo a ritenere una persona per bene, ma la politica, quella vera è ben altra cosa e occorre essere attenti ai tranelli e a non farsi usare. Avrei voluto chiedere allo sfidante di Decaro, le ragioni delle sue dimissioni da presidente del consiglio comunale di Bari, perché ha rinunciato agli incontri dibattiti, a qualche apparizione tv. I fatti e le conclusioni della campagna elettorale, il tacito silenzio nei confronti del suo sindaco hanno messo in evidenza ciò che personalmente andavo ripetendo da tempo. Non credo che le dimissioni di Di Rella dalla presidenza del consiglio comunale siano state motivate da crisi ideologiche, e questa alterna verità non è stata mai esplicitata.
Mi fermo qui perché se andassi oltre rischierei di dire cose che dopo tutto mi interessano poco.
Decaro ha vinto secondo me, parzialmente per merito suo ma per il resto per demerito altrui. Sono rammaricato per la mancata elezione dell’avv. Carrieri, di Michele Caradonna, Luigi Cipriani, abbandonato proprio dal quartiere nel quale ha sempre bene operato. C’è in giro una certa voglia di destra che non si chiami Lega. Di Rella è stato eletto grazie a chi lo ha sostenuto, ma per gli altri non ci sarà più futuro politico.

Related posts

Xylella, Damascelli: “Risvolto fantozziano, segna il fallimento del governo Emiliano”

redazione@metropolinotizie.it

Perrini: “Emiliano da assessore alla sanità che aspetta a dare le dimissioni?

redazione@metropolinotizie.it

Indotto ex Ilva, Perrini: “Subito maggiore attenzione, tanti dipendenti rischiano di perdere il lavoro”

redazione@metropolinotizie.it

“Giuseppi” da servitore a padrone, una fulgida carriera

Redazione Metropoli Notizie

Randagismo, Pellegrino: “Buon testo, ma spetti alle Asl e non ai Comuni il recupero degli animali”

redazione@metropolinotizie.it

Dimissioni Di Gioia. M5S: “Continua “Beautiful” in salsa pugliese. Mentre loro pensano alle poltrone, chi pensa all’agricoltura?”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy