Puglia salute

DIABETE, DAMASCELLI (FI) PRESENTA MOZIONE: “PUGLIA SOTTOSCRIVA MANIFESTO DELLA PERSONA CON DIABETE”

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.

“Il diabete colpisce il 7% dei pugliesi, ma il numero di medici specialisti è insufficiente e l’organizzazione dell’assistenza non consente l’erogazione di un servizio qualitativamente omogeneo su tutto il territorio regionale: ho depositato pertanto una mozione che impegna la Giunta regionale a sottoscrivere il Manifesto dei Diritti e dei Doveri della Persona con Diabete. Si tratta di un documento che cristallizza le posizioni e le esigenze rappresentate da tutte le associazioni dei pazienti affetti da diabete. In particolare, oltre alla rarefazione del servizio in Puglia a causa di carenza di medici specialisti, sono le solite lungaggini burocratiche ad ostacolare l’accesso alle cure.

Infatti, a causa di complicanze sia vascolari sia neurologiche, i pazienti diabetici si rivolgono spesso ai medici di medicina generale, ai quali dovrebbe però essere consentito di prescrivere i farmaci necessari, evitando ai cittadini di doversi rivolgere necessariamente allo specialista per la sola compilazione del piano terapeutico. È chiaro che questo comporterebbe un abbattimento delle liste d’attesa per visite specialistiche, consentendo ai diabetologi di potersi dedicare alle consulenze mediche e lasciando ai medici di medicina generale il compito delle prescrizioni farmacologiche per i casi già conclamati.

Volendo formulare una proposta, sento di poter suggerire che i Presidi Territoriali di Assistenza potrebbero essere il luogo migliore in cui allocare Ambulatori di Diabetologia nei quali possano operare insieme – a supporto e in raccordo con i medici di medicina generale – specialisti, nutrizionisti e personale infermieristico debitamente formato, sulla base di dati condivisi contenuti in cartelle cliniche informatizzate. Per questo ritengo che sia necessario adottare protocolli che snelliscano le procedure e riducano le liste di attesa”.

Fonte: Federica Stea

Related posts

A Bari nuova app ‘MUVT’ per sosta e bus

redazione@metropolinotizie.it

La soluzione del ministro Grillo alla carenza dei medici negli ospedali

redazione@metropolinotizie.it

Barletta alla scoperta dei diritti umani

Redazione Metropoli Notizie

Xylella. M5S: “Situazione rischia di peggiorare con il caos nell’Arif. Agricoltori ormai allo stremo”

redazione@metropolinotizie.it

La crisi non va in vacanza: iniziativa di Fratelli d’Italia all’ex Ilva di Taranto

redazione@metropolinotizie.it

Turismo e prezzi salati nel Salento: panzerotto o calzone venduto a 5 euro in aeroporto. Dopo la polemica sulla “frisa d’oro” un altro “scandalo” alle porte del Salento: panzerotto (o calzone a Lecce o fritta a Brindisi) venduto a 5 euro (4,90 euro per la precisione) all’aeroporto di Brindisi.

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy