Ambiente e Vita Puglia

E’ possibile far convivere il rispetto dell’Ambiente e proteggere l’occupazione?

Le industrie metallurgiche sono inquinanti, è vero, lo sono da sempre, ma in tanti Paesi del mondo questo problema lo hanno risolto da decenni, e solo dalle nostre parti, si chiacchiera, si specula, si spendono montagne di quattrini, si avviano inchieste e contro inchieste, senza mai risolvere alcun problema.

Il problema di Taranto è vecchio di decenni ed ha causato centinaia di morti senza aver risolto nulla o quasi, anzi mettendo a rischio quello che nessuno si augura, cioè la chiusura del siderurgico che creerebbe situazioni pericolose perchè di colpo avremmo molte migliaia di disoccupati.

A Massafra vicino Taranto è attivo un grande termovalorizzatore dotato dei più moderni mezzi di controllo che monitorano la qualità dell’aria 24/24 ore e con l’energia prodotta dalla bruciatura delle ecoballe, fornisce energia elettrica alla città. A 80 chilometri, non è stato possibile realizzare un altro termovalorizzatore perchè qualche ambientalista ha sostenuto che inquinerebbe l’aria.

In campo ambientale manca una seria programmazione ed il problema di Taranto avrebbe potuto essere risolto già da troppo tempo. Un vecchio proverbio latino recita “mors tua,vita mea” che significa in parole povere: la tua morte serve a salvare la mia vita. Che valore ha la vita umana nelle mani di spregevoli personaggi? Lo abbiamo vissuto con la Xjlella, ora con ArcelorMittal che l’attuale situazione l’ha ereditata e le responsabilità vanno ricercate tra quelle sindacali,politiche e giudiziarie. Se chiuderà l’Ilva potrà succedere tutto il contrario di tutto, ma nessuno potrà meravigliarsi. In tanto già 1400 dipendenti sono già in cassa integrazione.

Related posts

Rogo distrugge 33 mezzi raccolta rifiuti

redazione@metropolinotizie.it

Lettera ad un collega

redazione@metropolinotizie.it

Danni all’ortofrutta, Mennea: “Il Governo regionale preveda delle risorse nelle variazioni di bilancio”

redazione@metropolinotizie.it

Blasi: “L’Oasi ‘Bosco Serra dei Cianci’ è un patrimonio da proteggere e valorizzare. La giunta riveda il Piano faunistico regionale 2018-2023”

redazione@metropolinotizie.it

2a Parte – LA PRIMAVERA-ESTATE del 2013 delle FERROVIE SUD EST

redazione@metropolinotizie.it

Chi ha introdotto in Italia la Xylella? E la cimice delle pere che è appena stata scoperta in centro Italia?

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy