Politica

E’giusto consentire che l’attuale sistema di voto attribuisca nelle mani di poche persone il potere di decidere chi debba essere eletto in parlamento?

Chi sono i parlamentari eletti in Italia? Chi li conosce? Di dove sono? Quale esperienza politica hanno acquisito? Immaginate che in una lista di un qualsiasi partito ai primi posti di un elenco di nomi possa essercene uno che si chiami “cavallo” e che sia proprio un quadrupede.

Gli elettori da un pò di anni non votano più un soggetto politico, ma un numero o un cognome che un capo ha deciso che debba fare il deputato, strettamente legato ad impegni anche di carattere economico, ma che non spende un centesimo, visto che non deve chiedere un voto di preferenza ma è obbligato a corrispondere un contributo economico per sostenere le necessità di un movimento o di una possibile piattaforma.

Una volta gli aspiranti deputati appartenevano ad un territorio e/o rappresentavano un partito in un collegio elettorale nel quale venivano candidati, votati ed eventualmente eletti. Ora si vota la lista e non i candidati che prima e dopo nessuno conosce.

Nel Movimento 5 stelle per esempio, chi decide? In base a quali requisiti si può acquisire il diritto di essere candidati ed a quale posto in lista’? Chi ha voluto questo sistema di voto sa certamente cosa sia la democrazia e ricorda tra l’altro la nomina di un cavallo a senatore dell’imperatore Caligola.

Related posts

Quanti bluff alle Ferrovie del Sud Est? Chi pagherà per questo?

redazione@metropolinotizie.it

Danni causati dal maltempo: approvata dal consiglio una mozione di Pendinelli

Redazione Metropoli Notizie

Ferrovie del Sud Est – la strana indagine

redazione@metropolinotizie.it

L’idea di Franceschini per sbrogliare il nodo del vicepremier

redazione@metropolinotizie.it

Mario Romano: “Inopportuna l’niziativa degli on. Giachetti e Calenda contro ricandidatura Emiliano”

redazione@metropolinotizie.it

Fondi coesione, Zullo: “Lo scippo resta anche senza l’emendamento leghista e il ministro Lezzi lo sapeva, i soldi non spesi al Sud andranno alle regioni del Nord”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy