Senza categoria

Fecondazione eterologa, ispezione dei Nas all’European Hospital di Roma

Il direttore del Centro: Il ministro della Salute, dopo la sentenza della Consulta, chiarisca pubblicamente se “l’eterologa” si può fare oppure no

eterologaProseguono, all’indomani del via libera dato dalla Consulta alla cosidetta fecondazione eterologa, le ispezioni dei Nas nei centri che si occupano di procreazione medicalmente assistita. Questa mattina è stata la volta del Servizio di Medicina e Biologia della Riproduzione dell’European Hospital, a Roma. Ai responsabili del centro è stato chiesto se erano state già avanzate richieste per “l’eterologa” e se si era iniziato a lavorare sulla procedura. Una situazione, dichiara all’agenzia di stampa IL VELINO il professor Ermanno Greco, direttore del centro, che rischia di generare “confusione”. Il ministro della Salute, spiega Greco, “dovrebbe mandare un comunicato per chiarire pubblicamente se a suo parere la fecondazione eterologa ad oggi non si può fare. A noi sembra che la sentenza della Corte Costituzionale abbia chiarito che la pratica si può fare da subito. Ma se così non è, è bene che lo si sappia pubblicamente: lo sappiano i centri, lo sappiano i pazienti e così sappiamo tutti come muoverci”.

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy