Bari Politica Puglia

Fondi coesione, Zullo: “Lo scippo resta anche senza l’emendamento leghista e il ministro Lezzi lo sapeva, i soldi non spesi al Sud andranno alle regioni del Nord”

Nota del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia, Ignazio Zullo.
“Il ministro del Sud, Barbara Lezzi, pensa di aver salvato le risorse del SUD per aver scongiurato l’emendamento leghista che prevedeva il trasferimento alle Regioni del Fondo Sviluppo e Coesione per la programmazione 2021 – 2027. Lo scippo al SUD nel DL Crescita resta eccome: sui sul Fondo Sviluppo e Coesione per la programmazione 2014-2020 e non sarà possibile scongiurarlo perché il comma 13 dell’art. 44 è parte della Decreto Legge sul quale il Governo ha posto la fiducia. Grazie a questo Governo GialloVerde, quindi, le risorse che non sono state spese (parliamo di oltre 80%) potranno essere riprogrammate dalle Regioni del Nord. Il blitz della Lega, con il suo emendamento, puntava a incassare due volte a danno del Sud a favore delle Regioni del Nord. Per questo ho presentato una mozione urgente per impegnare il Governo regionale a un impegno maggiore nella spesa dei fondi europei (2014-2020), prima che arrivi qualche Regione del Nord a scipparli.
“Il ministro del Sud, Lezzi, nulla ha detto o fatto su questo, eppure dell’esistenza/minaccia del comma 13 dell’art. 44 del DL Crescita ne erano a conoscenza in tanti. L’on. Raffaele Fitto, circa due settimane fa, come possono testimoniare i consiglieri regionali salentini, anche del Movimento 5 Stelle, in un incontro alla Camera di Commercio di Lecce aveva gettato il grido d’allarme e i grillini presenti si erano impegnati ad avvertire il loro ministro per sollecitarla a modificare quell’articolo impedendo che fosse rimosso il vincolo territoriale.
“Se si vuole davvero bene alla Puglia mi aspetto che sia gli otto colleghi consiglieri regionali del M5S, sia Andrea Caroppo della Lega, dismettano i panni dei filo governativi e sollecitino i loro parlamentari a difendere il Sud che non è terra di conquista solo in campagna elettorale. I pugliesi che hanno votato il Movimento 5 Stelle e Lega alle Europee non pensavano certo di confermare indirettamente un Governo che scippa al Sud per dare al Nord”.

Related posts

Arcelor Mittal, Perrini: “Smentite di azienda preoccupano, emiliano faccia subito chiarezza”

redazione@metropolinotizie.it

Sanità, rapporto Crea, Franzoso: “Emilano è stato di parola, la Puglia è la prima fra le Regioni più scarse”

redazione@metropolinotizie.it

Grillo dietro le quinte pilota la svolta a sinistra

Redazione Metropoli Notizie

Aree interne, Abaterusso: “Dalla Giunta regionale presa d’atto della strategia dell’area Sud Salento”

redazione@metropolinotizie.it

Governo Conte 2, la maggioranza alla prova del Senato

redazione@metropolinotizie.it

È legge il reddito energetico. Trevisi: “Siamo la prima regione in Italia. Presto altre seguiranno il nostro esempio”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy