Puglia

Garanzia giovani, approvata mozione Damascelli: “Grande beffa del governo a danno dei giovani, la Puglia si fa sentire”.

“Una gande beffa ai danni dei giovani che porta la firma del Governo nazionale, del Ministero del Lavoro e dell’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro: sono bloccati i pagamenti delle indennità maturate dai tirocinanti che hanno partecipato a Garanzia Giovani, il programma finalizzato all’inserimento e al reinserimento nel mercato del lavoro dei ragazzi che non studiano e non lavorano. Sulla questione ho costruito una mozione, approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale, e ringrazio i colleghi per aver condiviso il testo e il suo significato. Si tratta di un grave disagio provocato dall’inerzia del Ministero che, a seguito della scadenza di una convenzione con l’INPS, non ha provveduto né a rinnovarla né a fornire, nelle more, i fondi necessari per l’erogazione delle indennità che spettano ai giovani tirocinanti. Con la mozione abbiamo impegnato la Giunta pugliese ad avviare ogni azione utile per sollecitare il Governo centrale a riconoscere quanto dovuto a coloro che hanno partecipato al progetto, sbloccando i fondi. 
In base alla convenzione sottoscritta fra ANPAL, INPS e Regione Puglia, i pagamenti sono autorizzati dalla Regione in quanto ente intermedio, su disposizione dell’ente previdenziale. Tale convenzione è scaduta il 30 novembre 2018 e, nelle more della sottoscrizione della nuova, ANPAL ed INPS avevano convenuto di continuare ad erogare le indennità maturate dai tirocinanti. Eppure, fino al 5 giugno 2019, non risultano ancora disposti gli oltre mille pagamenti autorizzati dalla Regione Puglia perché il Ministero non trasferisce i soldi all’Inps, che a sua volta provvede al pagamento dei compensi a chi ha svolto tirocini formativi con Garanzia Giovani. Una situazione di stallo molto grave, che pesa su coloro che già versano in condizioni difficili a causa della mancanza di un lavoro. Oggi, come Consiglio regionale, ci siamo fatti sentire e su questo daremo battaglia, affinché l’ANPAL rispetti gli impegni assunti e la smetta di farsi beffe dei cittadini”.

/comunicato 

Related posts

È legge il reddito energetico. Trevisi: “Siamo la prima regione in Italia. Presto altre seguiranno il nostro esempio”

redazione@metropolinotizie.it

Caos Rifiuti Manduria, Grandaliano non risponde e Franzoso chiede intervento del Prefetto

redazione@metropolinotizie.it

Il grande futuro dietro le spalle di ferrovie del Sud Est

redazione@metropolinotizie.it

Assunzioni sanità, Marmo e Gatta: “Passerella Emiliano indecorosa, non ha meriti!”

redazione@metropolinotizie.it

Coldiretti Puglia, bruciati 4 ulivi

redazione@metropolinotizie.it

Arcelor Mittal, Perrini: “Nei vertici con il governo nessuno parla dei lavoratori dell’indotto e ho una brutta sensazione…”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy