Politica

Governo Conte 2, la maggioranza alla prova del Senato

In Aula anche Salvini, allʼindomani della bagarre scoppiata a Montecitorio tra 5 Stelle e leghisti con cartelli e cori da stadio

Incassata la fiducia alla Camera, con 343 sì e 263 no, il governo Conte 2 è al giudizio del Senato. In Aula anche Matteo Salvini, all’indomani della bagarre scoppiata a Montecitorio tra 5 Stelle e leghisti con cartelli e cori da stadio. Dalle 10 è in programma la discussione generale: per il dibattito sono previste oltre 5 ore. Alle 15:30 è attesa la replica del premier, quindi le dichiarazioni di voto e dalle 17 la chiama per il voto di fiducia.

Salvini: “Non credo che Di Maio sia convinto di quello che ha fatto”

“Non credo che Di Maio sia convinto di quello che ha fatto”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando della nascita del nuovo esecutivo in un’intervista a Rtr99.

Salvini: è il governo delle poltrone

“Hanno fatto questo Governo, ma non durerà molto e prima o poi gli italiani potranno votare. Non penso che andranno lontano, lo hanno detto: questo Governo nasce per tenere lontano Salvini. C’è solo il collante delle poltrone”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, intervistato su Rtr 99.

Marcucci (Pd): “Con M5s possiamo superare i problemi in modo leale”

“Io ho vissuto direttamente il confronto che c’è stato in particolare con i capigruppo. Avevo già un ottimo rapporto personale con Stefano Patuanelli e sono stato avvantaggiato. Abbiamo lavorato bene sin da subito su temi anche delicati. E’ chiaro che non si cancellano i 15 mesi precedenti e nemmeno i 5 anni prima, ma possiamo superare in maniera leale e corretta i problemi”. Lo dice il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, a Il Corriere della Sera, a proposito dei rapporti con il Movimento 5 Stelle.

Conte 2, i numeri in Senato

I numeri in Senato sono più risicati rispetto alla Camera ma i giallo-rossi si dicono ottimisti. La maggioranza dovrebbe già contare su 168 voti certi: i 106 del M5S (tolto Gianluigi Paragone), i 50 del Pd (Matteo Richetti ha annunciato che non voterà a favore), i 9 del Misto e i 3 dalle Autonomie. Dovrebbe raggiungere al massimo quota 139 voti l’opposizione. Ci sono poi i sei senatori a vita e, secondo gli ultimi rumor, quasi certo è il sì di Liliana Segre, mentre vengono dati per probabili quelli di Mario Monti e Elena Cattaneo. Sette poi (tra questi Emma Bonino) i senatori definiti “incerti”. Tirando una linea, quindi, il Conte 2 può puntare a superare quota 170, e magari raggiungere i 171 sì ottenuti 15 mesi fa dai giallo-verdi.

Fonte: TGCOM

Related posts

2a Parte – LA PRIMAVERA-ESTATE del 2013 delle FERROVIE SUD EST

redazione@metropolinotizie.it

Regionali 2020, Senso Civico incontra Partito Repubblicano

redazione@metropolinotizie.it

La politica con la maglietta

Redazione Metropoli Notizie

Cera: “Il caporalato non si combatte colpevolizzando gli agricoltori”

redazione@metropolinotizie.it

Situazione Porti Levante. M5S chiede audizione dell’assessore Giannini e del Presidente dell’Autorità di Sistema Patroni Griffi

redazione@metropolinotizie.it

Quanto meno strane queste inchieste a pochi mesi dalle elezioni regionali 2020

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy