Attualità

I consumatori in balia di incomprensibili proposte

Sono tanti i giovani centralinisti che da varie parti del mondo telefonano ogni giorno nelle nostre case quasi sempre all’ora di pranzo o quando si tenta di riposare. Chiamano da ogni parte anche dall’estero per proporci nuovi contratti telefonici, del gas, della luce, e anche dell’acqua.

Attenzione alle risposte perché un “si” pronunciato involontariamente può creare problemi economici, facendoci ritrovare abbonati a chissà quale gestore. Esiste un garante della comunicazione, esiste un’autorità che difenda i consumatori?

E’ pur vero che i tempi sono cambiati e la tecnologia ha fatto grandi progressi, ma non tutti dispongono delle capacità per confrontarsi con un centralino che quando risponde ad un nostra chiamata suggerisce come procedere per ottenere ciò che si desidera.

E’ possibile che i gestori della telefonia per esempio non consentano il contatto diretto con l’utente? A chi è possibile rivolgersi per essere difesi e tutelati? Ci sono associazioni di consumatori a cui rivolgersi?

Oppure dobbiamo essere i soliti allocchi che si lasciano buggerare da scaltri operatori dei tanti call center malpagati, che debbono svolgere quel lavoro utile ma spesso ingrato perchè i tanti che ricevono le telefonate in qualche modo si fanno negare.

Related posts

Facebook, solo 1 italiano su 3 ha competenze digitali

redazione@metropolinotizie.it

James Bond a Gravina Puglia

redazione@metropolinotizie.it

Lilt e Fidapa convocano giornalisti avvocati e medici in un importante seminario

Redazione Metropoli Notizie

Danni da insidia. L’ente custode della strada deve risarcire le vittime dell’incidente causato da acqua e fango sulla strada. Il giudice deve valutare la domanda risarcitoria anche se non è stata esplicitamente proposta come “danno da cose in custodia” purché sia stata dedotta l’assenza di manutenzione della via.

redazione@metropolinotizie.it

Lo Yogurt da solo non aumenta il livello del calcio, respinto il ricorso.

Redazione Metropoli Notizie

Azzardopatia, no alla proroga per il distanziometro. Assurdo il silenzio di Emiliano.

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy