Attualità Politica

I magistrati interpretano ed applicano le Leggi dello Stato, la politica non è capace di predisporre una seria riforma della Giustizia

Ancora questa mattina sulla stampa locale e non solo, i commenti che si riferiscono a non pochi episodi di pagamento e riscossione di tangenti. Oltre a Nardi ed a Savasta che nel frattempo è diventato un fiume in piena riferendo di ulteriori coinvolgimenti di personaggi noti nel mondo della Giustizia e di una particolare categoria di allegri imprenditori. Non ci piace vedere un magistrato qualsiasi ammanettato e trascinato in carcere dove naturalmente rischia di fare cattivi incontri, non godiamo per questo,ma questi stessi sentimenti lasciano indifferenti quegli stessi rappresentanti della Giustizia che non disdegnano in particolare finire sulle prime pagine di quei media che qualche volta li esaltano. Se non desideriamo che la Giustizia perda di credibilità, il CSM e la Commissione giustizia con il supporto della presenza del Capo dello Stato debbono urgentemente predisporre una riforma che aggiorni e migliori il Codice Penale e contestualmente attui la separazione delle carriere tra quella inquirente e quella giudicante.
Prf. Marengo

Related posts

Dieta anticancro: latte per prevenire tumori e diabete

redazione@metropolinotizie.it

Conferenza stampa di Senso civico

Redazione Metropoli Notizie

Un certo magistrato come Caterina Caselli: nessuno mi può giudicare

redazione@metropolinotizie.it

L’idea di Di Maio per l’alleanza Pd-M5s nella “gentilissima” Umbria

redazione@metropolinotizie.it

Di Rella candidato sindaco, già dimenticato?

Redazione Metropoli Notizie

Emergenza Rifiuti, M5S chiede seduta monotematica: “Fallimento per cui dovrebbero dimettersi Stea ed Emiliano”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy