Attualità Politica

I Salvini boys

Dopo la questione dei Varese boys ecco cadere l’ennesima tegola sulla testa dei leghisti. Una sfavillante pm tutta frizzi e lazzi, agghindata come se andasse a teatro, nella conferenza stampa in Procura andata in scena (è il caso di dirlo) questa mattina a Legnano, ha riferito che la giunta leghista di Legnano è stata azzerata. Ai domiciliari il sindaco e l’assessore alle opere pubbliche, in carcere l’assessore al bilancio. Gravi le accuse della procura che parla tra l’altro di “scarsissimo senso della legalità”. Quindi dopo il clan dei varesini di cui abbiamo detto a proposito del super raccomandato Mentasti ex pupillo di Maroni, ex amministratore delegato di Ferrovie del sud est, ed ora manco a dirlo, amministratore della Pedemontana, si confermerebbe il teorema che vede la Lega nella top ten degli indagati per abuso d’ufficio, scambio di voti e tangenti. A tanto, Salvini oppone il solito sorriso stereotipato, affidandosi alla magistratura e ai suoi uomini. Chi siano i suoi uomini non si capisce bene dal momento che “i suoi uomini” varesini o legnanesi sembra avere qualche problemino. I suoi uomini per quanto possiamo capire, sono stati messi nei gangli vitali del paese, anche qui al Sud come è stato nel caso di FSE, nell’intento di imporre un nuovo corso, azzerando senza indugio e alle volte senza senso, posizioni troppo vicine agli interessi economici del palazzo della regione. Siamo alla vigilia delle elezioni e non c’è giorno senza che qualche leghista venga, almeno, indagato. Anche la solerte Corte dei Conti ha aperto un fascicolo per capire se Salvini abbia diritto ad utilizzare le risorse statali, in questo caso gli aerei di Stato, per partecipare ai suoi comizi. Salvini ha risposto che lui può fare il ministro anche da Marte. Ma da quello che sta succedendo in Italia, lo possiamo tranquillizzare: i marziani sono già qui intorno a noi, e sono proprio i Salvini boys.

Related posts

Addio a Nadia Toffa, morta a 40 anni la conduttrice de Le Iene

redazione@metropolinotizie.it

Fondi coesione, Zullo: “Lo scippo resta anche senza l’emendamento leghista e il ministro Lezzi lo sapeva, i soldi non spesi al Sud andranno alle regioni del Nord”

redazione@metropolinotizie.it

Regionali, Congedo: “Bene fa Emiliano ad aver paura, ma il suo principale avversario è se stesso”

redazione@metropolinotizie.it

Lettera ad un collega

redazione@metropolinotizie.it

I buonisti dell’accoglienza suggeriscano le soluzioni per la sicurezza degli italiani. Lo Sri Lanka è un segnale drammatico.

Redazione Metropoli Notizie

Voto di scambio: a Bari sindaco e consiglieri firmano patto etico

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy