Cronaca

Il 24 agosto si ricordano quasi silenziosamente i 291 morti del terremoto dell’Italia centrale. La stampa e la politica hanno grandi colpe morali

Qualche giorno fa è ricorso il primo anniversario del ponte di Genova in pompa magna alla presenza del Capo dello Stato e delle tante autorità per le solite passerelle post morte. Per la più tragica ricorrenza di oggi, il Presidente Mattarella non se l’è sentita di presenziare probabilmente perchè il suo Paese, il Governo in carica e quello precedente avrebbero dovuto essere contestati.

Oggi fanno tre anni e le macerie sono ancora vergognosamente li a testimoniare l’inettitudine di una classe politica che ha mostrato e continua a mostrare proprio la sua incapacità.Tutti i quotidiani italiani dovrebbero pubblicare ogni giorno la vergogna di un popolo schiavo della peggiore burocrazia.

Arquata del Tronto è ancora tutta piena di macerie, la bella Norcia, Amatrice con le casette di legno di pochi mq. Quanti soldi sono giunti dalle offerte pubbliche, quanti milioni di euro sono stati stanziati dal Governo? Quando si potranno vedere i segni di una ricostruzione più o meno seria? E’ una questione di solo di soldi?

A Genova dopo un anno sono state portate via tutte le macerie del ponte crollato e si sta iniziando la ricostruzione del nuovo ponte che dovrebbe essere pronto entro un anno (ovviamente è un modo di dire). In Romagna la ricostruzione post terremoto è stata effettuata, in Friuli è stato tutto ricostruito con strutture antisismiche in particolare Gemona che fu praticamente rasa al suolo. La gente soffre e la politica cincischia.

Prf. Marengo

Related posts

Il braccio armato della Legge

redazione@metropolinotizie.it

E’ morto Filippo Penati. Ex presidente della Provincia di Milano era malato da tempo

redazione@metropolinotizie.it

Strage treni del 2016. Di Bari: “Un immenso dolore che mi spinge a pretendere risposte”

redazione@metropolinotizie.it

Allarme bomba al Tribunale Brindisi

redazione@metropolinotizie.it

Perquisizioni e controlli Cc a Foggia

redazione@metropolinotizie.it

LA RICOMPENSA DELL’AVVOCATESSA DELLE FSE

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy