Attualità Bari

Il polo della Giustizia nelle ex Casermette: quando, come e quanto costerà?

Oggetto : Il Polo della Giustizia nelle aree delle “ex Casermette” di Bari

Il Ministro Bonafede ha annunciato che il 20/06 p.v. intende rinnovare il “Protocollo d’Intesa” del 25/01/2018 per le “ex Casermette”.

Ebbene, i legali dell’impresa Pizzarotti, con nota del 10/05 u.s. hanno ben rappresentato al Ministro Bonafede e a tutte le Autorità Giudiziarie locali, che è tuttora “in itinere” il procedimento della c.d. “Cittadella Pizzarotti”, la cui “percorribilità” è stata recentemente acclarata dall’Europa, in particolare dalla Commissione Europea e dal Parlamento dell’Unione (Commissione per le Petizioni) con nota prot. D 302665 del 21/02/2019.

La Commissione Europea si è così espressa :

È opportuno ricordare, infine, che la sentenza del tribunale italiano (1) non comporta l’esclusione dell’operatore economico in questione da un appalto pubblico stipulato validamente, né impedisce la sua partecipazione a future procedure di aggiudicazione regolari.

Non vieta, inoltre, alle autorità italiane di avviare il progetto…….

Le autorità italiane hanno facoltà, qualora lo desiderassero, di procedere immediatamente e rapidamente ad un nuovo lancio del progetto, per esempio dando avvio ad una nuova procedura di aggiudicazione regolare e trasparente”.

Inoltre, al Ministro Bonafede è stato ben rappresentato che la legge nazionale in tema di “Spending Review”, in tutti i casi di quando realizzazione nuovi edifici governativi, obbliga le Amministrazioni a verificare tramite il Demanio, la possibilità di seguire, in via prioritaria, “Procedure di Permuta con Beni Demaniali” che sono a “Costo 0” per le Casse Pubbliche.

Il Ministro Bonafede, invece, senza aver verificato tale possibilità e in totale spregio di tale legislazione nazionale, ha annunciato un primo finanziamento pubblico di € 94 milioni a carico delle Casse Pubbliche.

Ma l’aspetto ancora più preoccupante è che le aree delle “ex Casermette” sono destinate dal P.R.G. a “Verde di Quartiere”, che costituisce “Limite Inderogabile di Legge Urbanistica”.

Tali aree a “Verde”, che sono ubicate nelle “immediate adiacenze” dell’abitato e non possono, pertanto, essere variate per realizzare edifici di qualsiasi tipo.

La legge urbanistica e il P.R.G. comunale prescrivono, infatti, una dotazione di 11 mq di Verde per abitante, mentre il quartiere Carrassi dispone solo di 2 mq di Verde per abitante e cioè 5-6 volte di meno del limite inderogabile di legge.

E poi ancora, manca lo studio di fattibilità. Poi occorre il progetto, la gara per il progetto, i tempi per il progetto, i tempi per l’appalto e poi i tempi per la realizzazione a lotti, perché non ci sono tutte le risorse.

Facendo la somma, si arriva abbondantemente oltre i 20 anni, come accade per tutte le Opere Pubbliche nazionali.

  • E tutto questo, in una situazione di estrema precarietà e insufficienza in cui versano gli Uffici Giudiziari cittadini.
  • E tutto questo, mentre esiste una proposta, la proposta Pizzarotti, legittimata di recente anche dalle Autorità Europee, che consente una soluzione, in tempi brevi e certi : 15 mesi per l’edificio Penale e 30 mesi per l’intera Cittadella.
  • E tutto questo a “Costo 0” per le Casse Pubbliche, in quanto la Pizzarotti ha espresso la propria disponibilità a seguire le suddette “Procedure di Permuta con Beni Demaniali”, a cui la legge obbliga in via prioritaria.

([1]) Il riferimento è alla sentenza del Consiglio di Stato – Adunanza Plenaria n. 11/2016 del 09/06/2016, intervenuta nel procedimento di Ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato n. 4267/2007 (“Sentenza di Merito”).

Related posts

Chiusura commissariato San Paolo. M5S: “Garantita la sicurezza grazie alla presenza del polifunzionale”

redazione@metropolinotizie.it

Autovelox: strumenti per la sicurezza o per fare cassa?

redazione@metropolinotizie.it

Bari: il sindaco Decaro incontra le autrici del salvataggio del bimbo in mare

Redazione Metropoli Notizie

Morosità nelle case popolari,una storia antica

Redazione Metropoli Notizie

Olimpiadi 2026, vincono Milano e Cortina

redazione@metropolinotizie.it

Il Presidente della Regione Michele Emiliano in visita al primo master per futuri manager di residenze sanitarie assistenziali

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy