Puglia salute

Intesa Regione Puglia-Oms su Taranto.

Presi in considerazione tre scenari, risultati entro 1 anno.

La regione Puglia si affida all’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per definire gli scenari futuri a livello di impatto sanitario che riguardano Taranto. Da trent’anni è definita area ad alto rischio ambientale, in cui in un arco di 50 anni si inserisce l’operato dell’acciaieria più grande d’Europa, l’ex Ilva. La collaborazione, presentata oggi a Roma, prevede la valutazione scientifica di tre scenari: quello attuale, secondo quanto prevede autorizzazione integrata ambientale; quello che utilizza le migliori tecnologie; infine il cosiddetto “scenario zero” in cui con l’impianto spento non vi siano più emissioni. I risultati si avranno nel giro di un anno, il costo dell’operazione è di 140mila euro. “Questa sinergia – aggiunge Emiliano – si colloca nel contesto del protrarsi di una situazione di incertezza per la salute dei tarantini, di complessità dei dati disponibili e non scevra da risvolti giudiziari”.

Ansa

Related posts

I servizi del welfare nella settimana di Ferragosto

Redazione Metropoli Notizie

ROBOT IN CORSIA A SAN GIOVANNI ROTONDO: IN FDL EXPRIVIA PRESENTA PROGETTO DI RICERCA CON CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA

redazione@metropolinotizie.it

Blasi: “Emergenza rifiuti, dalla Regione solo pezze a colore. Urge sospendere l’ecotassa e chiudere il ciclo

redazione@metropolinotizie.it

Foggia. Concorso dell’Asl per l’assunzione di tecnici radiologi. M5S: “Denunciate criticità nella prova selettiva. Subito audizioni per fare chiarezza”

redazione@metropolinotizie.it

Spesa farmaceutica, ammazziamo gli sprechi milionari

Redazione Metropoli Notizie

Castellaneta. M5S su impianto riuso acque reflue: “Realizzato da anni ma abbandonato. L’ennesimo spreco di risorse pubbliche”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy