Senza categoria

Legge Merlin, presto un referendum per abolirla per i danni che ha creato.

merlinLa prostituzione come libera professione? perchè no dal momento che questa curiosa ventata di modernità e di discutibile progresso ha riconosciuto il libero sesso in libero Stato, la parità di genere tra uomini e donne, tra gay ed etero sessuali, tra lesbiche, trans, e chi più ne ha più ne metta, e ci scandalizziamo se una donna prima di tutto maggiorenne,dovesse decidere autonomamente di esercitare quell’antico mestiere della prostituta, non tollerando in alcuna maniera lo sfruttamento. Un antico aneddoto dice che un pastore di notte rubava e di giorno piangeva pentito, come coloro che fingono di scandalizzarsi in un momento in cui abbiamo superato ogni più squallida immaginazione. Acquistiamo un qualsiasi quotidiano e leggiamo i liberi annunci di massaggiatrici cinesi, di belle e prosperose donne; usciamo di casa ed a pochi metri da noi, centinaia di prostitute dalle più disparate provenienze, sbattute in strada sicuramente a non recitare il rosario. In una qualsiasi edicola di giornali ci sono in libera vendita videocassette ed i più moderni dvd di film porno, per non per non parlare poi dello schifo che c’è su internet, e d tutto quello che avviene tra telefonini tra i giovanissimi. Già oltre trent’anni fa una prostituta di Pordenone scandalizzò il Paese perchè propose prostituirsi liberamente, di voler pagare le tasse sulle “entrate” ed avere diritto così all’assistenza sanitaria e sperare in una pensioncina. Intorno alla prostituzione ruotano interessi miliardari e forse è meglio legalizzare la più antica delle professioni, per avere la certezza dei controlli sanitari ed evitare il racket criminali violenti. Nel mese di aprile di quest’anno la Regione Lombardia a approvato la proposta di referendum per la riapertura delle case chiuse. Hanno votato a scrutinio segreto, ma si sa che solo PD e NCD hanno votato contro e la proposta è stata approvata a maggioranza con 41 voti su 80; anche il movimento 5 Stele ha votato a favore. Per indurre ora il Governo a proporre un referendum nazionale pare che occorrano però che altri 4 consigli regionali approvino uguali provvedimenti di proposta. Ci auguriamo che messi da parte i falsi pregiudizi, gli italiani votino a favore di un eventuale legge che abroghi la ormai vetusta ed inefficace legge Merlin e che metta però ordine in questa anarchia che dura da troppi anni.

Ulisse

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy