Senza categoria

L’Italia è unita ma non i tribunali

Ci riferiamo al caso Ligresti e in particolare alla figlia del patron Salvatore, arrestata per aggiotaggio e falso in bilancio. Un caso complicatissimo conteso dalle procure di Milano e Torino non solo per una questione territoriale, ma perché dietro alla contrapposizione vi sono da parte delle procure mondi e visioni diverse. I Ligresti a Torino erano colpevoli, a Milano no. Ieri dopo sei anni, è stata finalmente assolta Giulia Ligresti la secondogenita dell’imprenditore siciliano, che era stata condannata a 2 anni e 8 mesi di carcere. Il suo caso fu preso a cuore anche dall’allora ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri che fu massacrata dai giornali per essersi interessata al caso. Ricordiamo l’inchiesta giornalistica sempre smentita dall’interessata, riguardante la richiesta della signora Ligresti di potere essere messa in prova impegnandosi in attività di pubbliche relazioni. Come al solito vi sono due verità, ma questa volta ci sono volute anche due procure per ristabilire i fatti nella loro interezza ma ciò non toglierà alla signora milanese, l’acre odore della galera ingiustamente subita. Anche in questo caso di clamoroso errore giudiziario nessuno pagherà. Ma noi siamo fiduciosi che da qualche parte vi siano tanti magistrati in gamba e preparati che sentiranno essi stessi il bisogno che i processi cambino in meglio.

Related posts

VINITALY 2019: VIAGGIO tra TRADIZIONE ELEGANZA E CULTURA del VINO

Redazione Metropoli Notizie

Trasporti su treni, la sicurezza tradita

Redazione Metropoli Notizie

Decaro per qualche minuto operatore ecologico

Redazione Metropoli Notizie

Assunzioni nella sanità,chi ha dato il parere favorevole della Puglia?

Redazione Metropoli Notizie

Il Governatore Emiliano non ha certamente preoccupazioni per la sua rielezione

Redazione Metropoli Notizie

Comunicato del Corecom Puglia a tutte le emittenti radiotelevisive

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy