Puglia

Monitoraggio impianti termici Lecce, Borraccino risponde a Trevisi

L’assessore alle Attività produttive, Mino Borraccino, ha risposto ad un’interrogazione del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Antonio Trevisi riguardante la gestione, monitoraggio e controllo degli impianti termici nella Provincia di Lecce.
Partendo dal quadro normativo di riferimento, l’assessore ha ricordato che “alla legge nazionale del 2005, ha fatto seguito una legge regionale che assegnava ai Comuni sopra i 40.000 abitanti la possibilità della gestione autonoma, se comunicata; se, invece, non comunicata specificatamente sarebbe andata in capo alle Province di riferimento.

Successivamente, una modifica con un DPR del 2013, ha specificato e rafforzato queste dinamiche, soprattutto assegnando alle Regioni il potere sostitutivo nel caso in cui non ci fosse stata una scelta specifica e molto chiara. Il Comune di Lecce per un periodo ha esercitato questa funzione autonoma, per poi rinunciarvi. Con legge specifica, rafforzata successivamente nel 2016 da una legge di questa consiliatura, in situazioni simili, ovviamente, con il Comune che recede, automaticamente la competenza tocca alle Province.
Rispetto alla richiesta specifica, di chi debba gestire all’interno del Comune di Lecce il controllo delle caldaie, è chiaro che in tale situazione, rafforzata dalla norma regionale, questa tocca alla Provincia di Lecce”.

Pertanto, con riferimento alla questione del personale impiegato all’interno dell’azienda municipalizzata che svolgeva il servizio e che, come segnalato dal consigliere Trevisi “in seguito alla scelta di recesso da parte del Comune, è rimasto senza un posto di lavoro”, l’assessore ha assicurato che provvederà a segnalare “questo aspetto all’Amministrazione provinciale di Lecce. Però – ha chiarito – ci sono situazioni simili, e lo dico per onestà intellettuale, che hanno portato, per la gestione di servizi da parte di alcuni Enti attraverso aziende private, alla decisione di non attivare più quel servizio e di non poter utilizzare quella platea di lavoratori di aziende private. Dico questo proprio per far capire come sia complicato risolvere queste situazioni”.

/comunicato

Related posts

Consiglio regionale: sì alla legge per la promozione dell’utilizzo di idrogeno

redazione@metropolinotizie.it

Percorsi ciclabili e ciclo-pedonali, Colonna: “Grande sforzo della Regione per diffondere la mobilità lenta”

redazione@metropolinotizie.it

Risorse delle royalties per progetti su Taranto. Galante (M5S): “Ennesimo spot della Giunta che non porterà benefici alla città”

redazione@metropolinotizie.it

Giannini, se ci sei batti un colpo!

redazione@metropolinotizie.it

“Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle”, 100 mila euro della Regione per valorizzazione musei e luoghi cultura dei territori attraversati da linea ferroviaria

redazione@metropolinotizie.it

Colonna: “Luoghi identitari di Puglia”, graduatoria provvisoria. Ammesse al finanziamento scuole di Adelfia, Mola, Toritto, Acquaviva, Altamura, Noicattaro”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy