Politica

Politica, FDI e DIT: “Emiliano dice cose false e pericolose, ma soprattutto senza vergogna”

Dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia e Direzione Italia (Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Ignazio Zullo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) 

“Una sola parola, anzi due: SENZA VERGOGNA! È evidente che siamo di fronte un presidente della Regione disperato che rilascia non solo dichiarazioni false, ma pericolose perché siamo di fronte a un personaggio confuso che non distingue più fra la realtà e la sua immaginazione.  

La Puglia che ci lascia è una regione che non è mai stata così martoriata nei settori d’eccellenza dall’Agricoltura all’Artigianato e anche il Turismo ne ha addirittura risentito. La verità è che Emiliano sta distruggendo tutto. Come un novello Attila dove passa lui non cresce più nulla! Appare sconvolgente il fatto che lui ritiene di aver realizzato l’84% del programma, che a fine legislatura sarà interamente completato: quindi dobbiamo dedurre che nella primavera del 2015 era un’altra persona quella che prometteva ai pugliesi di fermare in 100 giorni la Xylella. Un altro che prometteva il totale utilizzo delle risorse che l’Europa mette a disposizione delle imprese agricole, per ammodernarle e ristrutturarle o per intensificare le produzioni, attraverso il PSR e che, invece, tra qualche mese rischiamo di perdere: stiamo parlando di 160 milioni che la Puglia restituirà all’Europa.

E in Sanità era un’altra persona che prometteva di snellire le liste di attesa, mai così lunghe come ora da far protestare anche la sua maggioranza. Oggi il suo Piano di Riordino che fa spendere di più per la medicina ospedaliera a discapito della medicina territoriale e quella della prevenzione. Per non parlare dei Rifiuti. Se ha come dice realizzato quasi tutto il programma offende l’intelligenza dei pugliesi: la Puglia vive in una continua emergenza rifiuti senza nessun tipo di soluzione se non mettere in gravissima difficoltà i sindaci costringendoli ad aumentare la TARI. 

E potremmo continuare all’infinito. Ma concludiamo con una chicca: sulla Xylella ritiene di non aver nulla da rimproverarsi. Noi gli rispondiamo ricordandogli solo che quando la magistratura sequestrò gli ulivi e mise sotto inchiesta il comandante Siletti e gli scienziati dell’Università di Bari per lui fu il giorno della ‘LIBERAZIONE’. Per i pugliesi quel giorno sta per arrivare la prossima primavera” 

/comunicato

Related posts

Che fai, mi cacci?

redazione@metropolinotizie.it

Bari: Decaro torna a fare l’assessore anche da sindaco

Redazione Metropoli Notizie

Damascelli: ZES Strumento importante per attrarre investimenti

redazione@metropolinotizie.it

I depuratori dell’AQP funzionano bene? Con quell’acqua depurata è possibile lavare le strade o farne altro utile uso?

Redazione Metropoli Notizie

Beppe Grillo ha sempre ragione

Redazione Metropoli Notizie

Congedo: Ok accoglienza,ma l’unica soluzione è il blocco navale

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy