Senza categoria

Maro’: Latorre e Girone

Marò italiani:il processo a un tribunale speciale

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i nostri due marò prigionieri in India in attesa d un processo, si sentono a giusta ragione abbandonati dal Governo Italiano che negli ultimi mesi non ha pronunciato una parola su questa vicenda che ha di fatto relegato all’ultimo posto di ogni umana considerazione la politica e le Istituzioni italiane. Per non parlare di una fantomatica destra che esiste solo nelle parole ma non nei fatti. Berlusconi pensa solo a se stesso nella speranza di avere indulgenza nei processi che lo riguardano, Grillo non ha pronunciato una parola a favore dei due militari italiani, ma forse è meglio che se ne stia lontano, tutti i parlamentari  si sono rivelati incapaci di prendere serie iniziative, come suggerire al Governo stesso di predisporre tutte le iniziative necessarie per richiamare in Italia tutti i militari impegnati nelle missioni di guerra in tutto il mondo,risparmiando una marea di milioni di euro molto utili a risolvere i nostri problemi di carattere economico. Siamo dentro il Parlamento europeo, ma in realtà non ci considerano affatto e lo hanno dimostrato scaricando il gravoso ed insostenibile peso dei migranti africani solo sull’Italia e la stessa cosa hanno fatto per la vicenda dei marò, per la quale l’Europa avrebbe dovuto avere una posizione di mediazione importante. Intanto Massimiliano Latorre ha già messo in atto la sua protesta silenziosa togliendo la sua fotografia dal sito facebook, lasciando al suo posto solo una serie di puntini con i quali significare la sua delusione su questa penosa vicenda  che dovrebbe farci vergognare, e che va avanti da oltre trenta mesi. L’orgoglio di essere e sentirsi italiani dov’è finito?

                                                                                                                                                      Lucio Marengo

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy