Bari Puglia

Prima i cinghiali, poi la Xylella, poi le cavallette, ora i pappagallini che mangiano le mandorle, tutto a danno dell’agricoltura pugliese.

Fenomeni strani quelli che si verificano nel nostro Paese che danneggiano fortemente la nostra economia a vantaggio di Paesi nordafricani e della Spagna. Dalle nostra parti si è soliti affermare ironicamente: il medico studia, l’ammalato muore. Abbiamo sempre avuto nei pressi di Bari l’istituto agronomico mediterraneo, abbiamo a Valenzano la facoltà universitaria di Agraria, ma nessuno mai è stato capace di svelare i dubbi e suggerire eventuali rimedi e chiarire le tante perplessità per le tante calamità forse procurate, a danno di quella che è stata una strana disavventura che ci fa navigare nel buio. Da dove è arrivata la Xylella? E le cavallette che stanno distruggendo i raccolti in Sardegna? E i danni che continuano a creare i cinghiali? Si aspetta che muoia forse qualcuno prima che si intervenga drasticamente ridimensionandone il numero visto che la carne del suino è di ottima qualità e potrebbe risolvere i problemi per l’approvvigionamento di carne nei pensionati e perché no, anche negli ospedali? Curiosa è poi la presenza insolita di migliaia di pappagallini che assalgono i mandorleti distruggendoli. Se continua di questo passo rinunceremo alla nostra agricoltura non per un fatto naturale ma probabilmente a causa della mano delinquenziale di ci ha regalato il batterio della Xylella che non crediamo sia capitata per caso sui nostri ulivi.

Related posts

Formazione per operatori socio sanitari, Conca: “Anche in Puglia è necessario garantire corsi autofinanziati”

redazione@metropolinotizie.it

Piano delle alienazioni 2019/2021 per la concessione di immobili

Redazione Metropoli Notizie

Quali sono le competenze e i doveri dell’AMIU e della Multiservizi nella città di Bari?

Redazione Metropoli Notizie

Ambiente, Turco alla giornata di promozione delle riserve naturali della provincia di Taranto

redazione@metropolinotizie.it

Decade oggi la concessione demaniale di Torre Quetta

Redazione Metropoli Notizie

ARIF, DAMASCELLI E GATTA (FI): “STOP A DISCREZIONALITÁ NOMINE PUBBLICHE, SERVONO TRASPARENZA ED EFFICIENZA”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy