Politica

Salvini: furia francese, ritirata spagnola. Il nuovo Parlamento senza la preferenza?

Tempo fa, parlando del sempre furioso Matteo Salvini, anticipammo una nostra previsione su questo strano e rozzo modo di fare politica e di agire sempre con la solita arroganza ed impulsività.

In politica, quello che ci si dice la sera precedente, non vale il mattino dopo. Chi aveva ed ha interesse ad elezioni anticipate? Salvini con la sua Lega lo darebbero vincitore assieme a Fratelli d’Italia e Forza Italia notoriamente in agonia.

Chi non vuole andare a votare subito, con questa nota prospettiva, è sicuramente il Movimento 5 Stelle, che pur di salvarsi in questo momento si alleerebbe anche con il diavolo, rappresentato in questo momento da Matteo Renzi.

C’è un’altra situazione che non si può tacere ed è rappresentata dai tanti parlamentari che non ci saranno più a causa della drastica riduzione proposta dai grillini, che nasconde dietro le quinte, la fine di una democrazia parlamentare ed il dominio assoluto dei leader dei partiti.

La politica dei leccapiedi quindi? Di Maio, Salvini, Zingaretti, Renzi ed altri saranno i padroni assoluti con servitù annessa. Questa sarebbe la democrazia parlamentare? Noi condividiamo in toto la riduzione di parlamentari e di senatori, ma dovrebbero essere gli elettori a votarli tenendo conto che la politica, quella vera, si è sempre fatta sul territorio.

La preferenza dovrà essere imprescindibile dopo la indicazione dei partiti. Se non ci sarà questo vincolo saremo tutti nelle mani dei Di Maio o dei Salvini di turno, e noi continuiamo a sperare che i due si rincontrino al Quirinale, si stringano la mano e si rimettano a lavorare con il Presidente Conte che in verità fino ad oggi sembra aver avuto solo un ruolo subalterno.

Lucio Marengo

Related posts

La grande abilità di Salvini nel distruggere i sogni di una Lega con manifesta ingenuità.

Redazione Metropoli Notizie

EVEREST, DAMASCELLI (FI): “GRANDE SUCCESSO, ORA SERVE SUBITO UN CANDIDATO PRESIDENTE PER LA REGIONE PUGLIA”

redazione@metropolinotizie.it

La non semplice partita di Paolo Gentiloni a Bruxelles

redazione@metropolinotizie.it

E’giusto consentire che l’attuale sistema di voto attribuisca nelle mani di poche persone il potere di decidere chi debba essere eletto in parlamento?

Redazione Metropoli Notizie

Giovani in Consiglio 2019/2021 martedì 3 dicembre l’insediamento

Redazione Metropoli Notizie

Emergenza Rifiuti, M5S chiede seduta monotematica: “Fallimento per cui dovrebbero dimettersi Stea ed Emiliano”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy