Politica

Se cade il Governo una buona parte dei deputati e senatori grillini al secondo mandato non potranno essere ricandidati

Mala tempora per decine deputati e senatori grillini, pare che nel caso di crisi di questo Governo già in bilico per le note diatribe tra Di Maio e Salvini, potrebbero non essere ricandidati per via delle norme interne al movimento. Cambieranno le regole come si fa nelle “migliori famiglie”? Oppure potrebbe accadere che tra tagli al numero dei deputati e senatori e mancate ricandidature potrebbe esserci un radicale ridimensionamento del partito di Grillo.
Questa volta il populismo potrebbe risultare traumatico e molti deputati potrebbero tornare al lavoro, ammesso che ne abbiano uno. Gli italiani hanno capito e questo tracollo elettorale è stato un segnale evidente della delusione di tanti simpatizzanti illusi di poter sopravvivere con un sussidio dello stato definito reddito di cittadinanza che si è rivelato illusorio. Potrebbe però accadere che i pentastellati per evitare questo ulteriore tracollo possano accontentarsi di continuare a sorreggere questo Governo e probabilmente a cambiare le regole già fissate per salvare il salvabile e andare avanti per altri quattro anni. L’unica cosa certa in questo anno è stata la decurtazione dei vitalizi degli ex parlamentari accompagnato da un odio sviscerato da parte dei Di Maio e company. Non si è mai parlato di una riforma della Giustizia e della magistratura, di un adeguamento delle baby pensioni (ancora circa trecentomila) degli enti inutili come il Cnel. In un anno di vita di questo Governo abbiamo assistito solo a litigi continui tra i due vice premier con il ruolo di comparsa al Presidente del Consiglio che non si è compreso quanto conti.
Tutti a casa quindi? Spero di no perché sarebbe la soluzione peggiore.

Related posts

Che Fine ha fatto Fini?

Redazione Metropoli Notizie

Nonostante tutto continuo a credere in una magistratura pulita, libera e indipendente

Redazione Metropoli Notizie

Mario Conca: nel 2018 la spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale ha sforato il tetto massimo per oltre 51 milioni di euro.

redazione@metropolinotizie.it

DECARO RINGRAZIA IL SOTTOSEGRETARIO LIUZZI PER LA PROPOSTA DI BARI COME SEDE DEL MED7

redazione@metropolinotizie.it

Randagismo, Pellegrino: “Buon testo, ma spetti alle Asl e non ai Comuni il recupero degli animali”

redazione@metropolinotizie.it

Mancata immissione in ruolo dei docenti in Puglia. Di Bari (M5S): “Risolta un’anomalia grazie al nostro intervento”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy