Ambiente e Vita Puglia

Se chiude l’Arcelor Mittal quante migliaia di disoccupati ci saranno?

Sono anni che si parla dell’Italsider, poi dell’Arcelor Mittal senza avere mai risolto il problema di un rione Tamburi fortemente inquinato con una diffusione di morti molto importante. Chiacchiere, solo vergognose chiacchiere che hanno visto coinvolti politici, ambientalisti ed imprenditori senza entrare mai nel cuore del problema, mentre la gente continuava a morire.
Si può convivere con una industria inquinante senza creare danni alle popolazioni che continuano a convivere a contatto di gomito? Cosa succederebbe se prevalessero gli interessi di difendere la salute e si chiudesse definitivamente il siderurgico? Che fine farebbero tutti gli occupati? Se in tutti questi anni anzichè giocherellare sulla pelle della povera gente, avessero studiato e messo in atto una soluzione possibile, forse il grave problema sarebbe stato risolto con la copertura dei depositi delle polveri che sono la maggiore causa d’inquinamento. Quanti sono gli occupati della ex Italsider, compreso l’indotto? Che fine farebbero? Può sembrare un argomento meno importante della difesa della salute, ma nessuno può scongiurare la prospettiva di una rivolta popolare della quale qualcuno avrebbe precise responsabilità. I problemi gravi in Puglia si discutono qualche volta, ma non si risolvono mai, come la Xylella, le invasioni di insetti, poi dei papagallini e forse aspettiamo il morto per accorgerci che siamo assediati dai cinghiali, dei quali occorrerà interessarsi prima che si verifichino gravi incidenti. Le soluzioni non sono dei politici, bensì dei tecnici e degli esperti che sembrano essere diventati solo passa carte e perditempo.

Prf. Marengo

Related posts

Manfredonia: il dolore supera lo sdegno per lo scioglimento del consiglio comunale

Redazione Metropoli Notizie

Assegni di cura, Laricchia: “Da tempo denunciamo fallimento della Giunta che continua a restare immobile”

redazione@metropolinotizie.it

Ex Ilva, Zullo: “Emiliano pensa di impressionare e prendere voti dai pugliesi affidando la valutazione all’Oms. E si ricorda dopo 4 anni? E gli organismi interni cosa hanno fatto?”

redazione@metropolinotizie.it

Conte,serve misura Sud, a futura memoria

redazione@metropolinotizie.it

Ginecologia ospedale San Paolo, Damascelli: “Penalizzata da carenza di personale e strumenti obsoleti”

redazione@metropolinotizie.it

Centri di socializzazione autogestiti. Conca (M5S): “Grazie anche alle mie sollecitazioni, la Giunta ha definito la copertura finanziaria”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy