Cronaca

Siamo un popolo di spiati, stangati, in un Paese svenduto. Gli italiani hanno perso il sorriso.

Quando vedo certi politici (si fa per dire) sempre sorridenti nelle mmagini televisive, dopo averci propinato chiacchiere che corrispondono a nuove tasse, a nuovi espedienti per controllarci in maniera assillante, mi chiedo: ma cosa avranno mai da ridere? Sembra quasi una forma esasperata di sadismo finalizza e diretta ad un mondo di responsabili che sono stati capaci di distruggere un Paese senza risolvere i veri problemi della crescita e della rimessa in moto di un’economia paralizzata.

Le aziende fuggono, a Napoli dal1° novembre avremo 1000 disoccupati che vivono gli ultimi giorni di lavoro con il terrore di non sapere come campare. Si aggiungerà poi Alitalia, Conad Auchan, senza escludere Arcelor Mittal. Una classe politica di dilettanti che ci stanno facendo rimpiangere tempi un pò più sereni. Siamo spiati, controllati, anche attraverso i bancomat per quello che spendiamo e le operazioni che saremo costretti a fare nei prelievi o nei pagamenti saranno sottoposte anche a commissioni bancarie.

Controllano anche i nostri conti correnti e questo è la fine della democrazia e della libertà. Siamo finiti nelle mani di Di Maio e del suo suggeritore sempre in ombra.

Lumare

Related posts

Droga: spaccio spiagge Gallipoli,4 fermi

redazione@metropolinotizie.it

Bruciata auto medico legale Inps Foggia

redazione@metropolinotizie.it

Incidente sul lavoro ad Altamura lo sdegno del presidente Loizzo

redazione@metropolinotizie.it

A.Mittal: mons.Santoro chiede giustizia

redazione@metropolinotizie.it

Albania, terremoto di magnitudo 6.5

redazione@metropolinotizie.it

Un ragno “vedova nera” punge 50enne. Antidoto giunto da Milano a Barletta con un volo di linea lo salva.

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy