Infrastrutture Puglia

Surbo. Trevisi: “Scuole senza riscaldamento. Riattivare subito il servizio”

“Il 15 novembre è prevista l’accensione dei termosifoni nelle scuole. Per tutti tranne che per gli studenti di Surbo, a cui nei mesi scorsi è stata sospesa la fornitura del gas, con addirittura i sigilli sui contatori, a causa probabilmente di un errore nel trasferimento delle fornitura a Consip. Per questo ci siamo attivati, visto che non è possibile per legge sospendere la fornitura del gas per le scuole. Ora che il debito è stato estinto, chiediamo la riattivazione immediata del riscaldamento nelle scuole che non possono rimanere per altro tempo al freddo e di consentire agli studenti, ai docenti e al personale di poter svolgere la propria attività nelle opportune condizioni ambientali”, lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi che insieme al Meetup 5 Stelle per Surbo ha effettuato questa mattina un sopralluogo nella scuola elementare “Vincenzo Ampolo”, una delle strutture didattiche rimasta senza gas e quindi senza riscaldamento da tre settimane.
“La sospensione del gas nelle scuole è stata probabilmente conseguenza di errori nella compilazione contrattuale sia in fase di stipula che nel passaggio delle forniture dal mercato di salvaguardia a Consip – spiega il consigliere – al di là delle vicende burocratiche che hanno portato a questa situazione, il problema è che non si sarebbero dovuto apporre i sigilli agli impianti, trattandosi di scuole. Elemento questo che non risultava nel contratto, per cui oltre a generare questo errore si potrebbe esser verificato un aumento di costi. Già oggi abbiamo segnalato sia ai fornitori che in Prefettura la vicenda e domani incontreremo – dichiara Trevisi – il commissario straordinario Carlo Sessa per risolvere i problemi relativi ai contratti di fornitura e capire quali siano stati i passaggi della vicenda. Ci impegneremo – conclude – per risolvere il prima possibile questa situazione. Inoltre, verificheremo se ci siano i requisiti per poter applicare l’IVA agevolata nei pagamenti per le strutture scolastiche, che porterebbe anche un consistente risparmio economico nelle casse del Comune”.

/comunicato

Related posts

Incendio a Gallipoli, corpo carbonizzato

redazione@metropolinotizie.it

Maltempo in Puglia. Trevisi (M5S): “Si approvi la nostra proposta per aiutare il territorio ad affrontare eventi climatici estremi”

redazione@metropolinotizie.it

Alle Ferrovie del Sud Est il balletto dei numeri non può mai mancare.

redazione@metropolinotizie.it

Valorizzazione antropologica del Mar Piccolo e misure per gli adolescenti, Liviano: “Semaforo verde per le mie due proposte di legge”

redazione@metropolinotizie.it

Problemi alla ASP di Manfredonia, Ruggeri risponde a De Leonardis

redazione@metropolinotizie.it

Contrasto alla Pornografia – Il Garante Abbaticchio proprone l’istituzione di un Bando per una nuova cultura della sessualità nelle scuole

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy