Infrastrutture Puglia

Surbo. Trevisi: “Scuole senza riscaldamento. Riattivare subito il servizio”

“Il 15 novembre è prevista l’accensione dei termosifoni nelle scuole. Per tutti tranne che per gli studenti di Surbo, a cui nei mesi scorsi è stata sospesa la fornitura del gas, con addirittura i sigilli sui contatori, a causa probabilmente di un errore nel trasferimento delle fornitura a Consip. Per questo ci siamo attivati, visto che non è possibile per legge sospendere la fornitura del gas per le scuole. Ora che il debito è stato estinto, chiediamo la riattivazione immediata del riscaldamento nelle scuole che non possono rimanere per altro tempo al freddo e di consentire agli studenti, ai docenti e al personale di poter svolgere la propria attività nelle opportune condizioni ambientali”, lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi che insieme al Meetup 5 Stelle per Surbo ha effettuato questa mattina un sopralluogo nella scuola elementare “Vincenzo Ampolo”, una delle strutture didattiche rimasta senza gas e quindi senza riscaldamento da tre settimane.
“La sospensione del gas nelle scuole è stata probabilmente conseguenza di errori nella compilazione contrattuale sia in fase di stipula che nel passaggio delle forniture dal mercato di salvaguardia a Consip – spiega il consigliere – al di là delle vicende burocratiche che hanno portato a questa situazione, il problema è che non si sarebbero dovuto apporre i sigilli agli impianti, trattandosi di scuole. Elemento questo che non risultava nel contratto, per cui oltre a generare questo errore si potrebbe esser verificato un aumento di costi. Già oggi abbiamo segnalato sia ai fornitori che in Prefettura la vicenda e domani incontreremo – dichiara Trevisi – il commissario straordinario Carlo Sessa per risolvere i problemi relativi ai contratti di fornitura e capire quali siano stati i passaggi della vicenda. Ci impegneremo – conclude – per risolvere il prima possibile questa situazione. Inoltre, verificheremo se ci siano i requisiti per poter applicare l’IVA agevolata nei pagamenti per le strutture scolastiche, che porterebbe anche un consistente risparmio economico nelle casse del Comune”.

/comunicato

Related posts

Conferenza stampa di Senso civico

Redazione Metropoli Notizie

Settimana della Protezione civile, Mennea: “Informare e prevenire per vivere meglio”

redazione@metropolinotizie.it

Bari: Decaro torna a fare l’assessore anche da sindaco

Redazione Metropoli Notizie

Legge su idrogeno. Casili (M5S): “Ancora una volta si pensa agli interessi delle lobbies e non alla tutela del paesaggio”

redazione@metropolinotizie.it

Mennea – sprechi alimentari: campagna di comunicazione alla Camera

redazione@metropolinotizie.it

John Turturro in Puglia per il premio Apollonio

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy