Politica Prima Pagina

Surgi Lazzaro!

Ovvero le peripezie di Renzi, e la modestia di una classe politica che non rappresenta più la classe lavorativa del Paese.

Abbiamo assistito attoniti alla ripresa dell’azione politica di quel Renzi che, come Lazzaro, è resuscitato ed è riuscito a saldare un accordo politico da molti reputato scellerato, tra il PD e la banda dei 5 stelle. Abbiamo visto impegnato anche suo padre Tiziano nel benedire l’accordo infame forse nella speranza che ne venga qualcosa di buono anche per le sue grane penali. Perché si sa la politica è anche un affare di “famiglia”.

Renzi dicevamo, nella sua arringa al Senato, con … moto di generosità, ha escluso ogni suo diretto coinvolgimento nell’azione di governo. Ci credete? Noi no.

Infatti sta già manovrando quale leader ombra, per piazzare persone a lui vicine che forse qualcosa gli devono, in posti chiave. Un esempio di queste manovre più o meno sotterranee è la ricerca di una collocazione a quel Mazzoncini ex amministratore delegato di FS, rinviato a giudizio per truffa a Perugia. Da ciò ne discende che il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Il che ci porta anche a dire che bene e coerentemente ha fatto Calenda a sbattere la porta andandosene da un partito, il PD, affaristico e cinico, molto lontano dai bisogni del Paese, molto vicino alle lobby italo-europee capitaliste che di fatto hanno portato alla riconferma del tristanzuolo Conte, alla premiership. Merito personale? Non crediamo proprio, perché è evidente dalle mosse dello spread di questi giorni che è stato il “Capitale” a promuovere Conte non certo il Popolo. Il Capitale ha infatti bisogno di calma e tranquillità per crescere, il Paese no. E quella calma non poteva di certo giungere dall’esagitato Salvini.

In tutto questo balletto il cui direttore d’orchestra Mattarella ci è parso molto orientato al Capitale, e meno alle istanze del Popolo, l’immagine del M5S trasfigura e sbiadisce mescolandosi alla italica abitudine di salvarsi costi quel che costi.

Si sono rimangiato tutto. Tutti i valori del vaffa day e delle scatolette di tonno.

Compromessi più o meno storici, più o meno onesti. Altro che Rousseau.

Abiurando al taglio dei parlamentari e a tutto ciò che era stato fatto e sottoscritto con la Lega, assistiamo ad una, ripetiamo, banda di improvvisati, agghindati – loro che volevano smontare il Palazzo – da  statisti e salvatori istituzionali del Paese.

Una cosa orribile da vedere e dati gli scarsi risultati della loro pregressa azione politica, riteniamo che il nuovo governo, senza una spinta innovatrice come quella della Lega, stenterà parecchio.

Vecchie facce, nuove tasse e nuove restrizioni della libertà personale faranno la loro entrata in scena in poche settimane. Non parliamo poi delle immigrazioni selvagge. Speriamo solo in una efficace azione dell’opposizione anche se abbiamo già visto che Berlusconi è molto più interessato alle sue aziende e alle sue banche per poter contare su di lui, ormai diluito e sparito dall’agone politico. Dalle prime notizie, pare insomma che all’orizzonte non ci sia niente di buono e stiamo tutti trattenendo il fiato in attesa di quella patrimoniale che da tempo l’Europa (dei neo europei… 5 stelle) ci vuole appioppare. Mancherebbero infatti altri 15 miliardi. Ma a quel punto non ci sarà più niente da fare e dovremo fare i conti con nuove crisi aziendali e grossi problemi di ordine pubblico. Speriamo solo che le abilità di Renzi nel farsi odiare, facciano crollare questo cartello di carte, il cui mazziere Zingaretti ha mostrato cosa vale: zero.

Related posts

Autonomia differenziata. M5S: “Unico argine alle ambizioni secessioniste della Lega”

redazione@metropolinotizie.it

Emergenza Rifiuti. Trevisi: “Se fosse stata approvata la mia proposta legge oggi il rifiuto in Puglia sarebbe una risorsa e non un problema”

redazione@metropolinotizie.it

Mov.5 Stelle: richiesta indagine su nomina a Innovapuglia.

Redazione Metropoli Notizie

Quisquillie,bazzecole e pinzillacchere i risultati di questa strana politica.

Redazione Metropoli Notizie

Scomparsa una ragazza sulla nave da crociera Norwegian Epic: ricerche in corso da stamattina nelle acque nord-occidentali dell’isola di Minorca nelle Baleari in Spagna. Nelle operazioni sono impegnate due elicotteri, una motovedetta e un aereo (SAR). Lo Sportello dei Diritti: “Le navi da crociera la location ideale per sparire! 315 persone scomparse dal 2000”

redazione@metropolinotizie.it

Zingaretti ha spiegato come il Pd governerà con il M5s

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy