Bari

“Tagli” alla Bosch di Bari, Longo “Non paghino i lavoratori visioni e scelte industriali errate”

“Nuovo allarme per i dipendenti dello stabilimento Bosch di Bari, dopo l’annuncio dell’azienda di voler tagliare 640 posti di lavoro a causa della crisi dei motori diesel. Ricordo che parliamo della più importante fabbrica della regione, indotto compreso, dopo l’ex Ilva di Taranto, e che l’intero sistema Puglia non reggerebbe a questa ennesima batosta economica e occupazionale. Tutti abbiamo il dovere di stringerci al fianco di questi lavoratori, affinché dopo anni di sacrifici durissimi sia loro riconosciuto il sacrosanto diritto ad un lavoro dignitoso e certo” è quanto sostiene il vicepresidente del Consiglio regionale Peppino Longo, sottolineando il dramma continuo cui sono sottoposti “da tempo, i dipendenti dello stabilimento industriale e le loro famiglie, e la lunga battaglia per restituire dignità e serenità a queste persone con l’unico obiettivo della piena occupazione”.


“In particolare per la Bosch trovo assurdo far pagare ancora una volta ai lavoratori, pur già sottoposti ad enormi sacrifici, visioni e scelte industriali globali, legate all’utilizzo del diesel, errate o forse volutamente errate, dal momento che come dimostrano i notevoli investimenti tuttora in corso da parte dei grandi marchi automobilistici, risulta difficile e insensato a breve-medio termine, immaginare un mondo senza motori alimentati a gasolio, senza dimenticare, anzi col certezza che un moderno propulsore diesel inquina – dati scientifici alla mano – meno di un ibrido. Per questo, prima di ritrovarci alle prese con l’ennesima tragedia stile ex Ilva, occorre mettere in atto tutte le procedure istituzionali e non, tanto a livello locale che nazionale”.

/comunicato

Related posts

AL VIA DOMANI ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE NEL PARCHEGGIO DELLA EX CASERMA ROSSANI

redazione@metropolinotizie.it

Chiusura commissariato San Paolo. M5S: “Garantita la sicurezza grazie alla presenza del polifunzionale”

redazione@metropolinotizie.it

Colonna: “Luoghi identitari di Puglia”, graduatoria provvisoria. Ammesse al finanziamento scuole di Adelfia, Mola, Toritto, Acquaviva, Altamura, Noicattaro”

redazione@metropolinotizie.it

Fondi coesione, Zullo: “Lo scippo resta anche senza l’emendamento leghista e il ministro Lezzi lo sapeva, i soldi non spesi al Sud andranno alle regioni del Nord”

redazione@metropolinotizie.it

Università: Bronzini rettore Bari, prima sfida Horizon 2021

redazione@metropolinotizie.it

Respinta dal Consiglio regionale la proposta di revoca del Commissario Arpal

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy