Ambiente e Vita

Tracciabilità agroalimentare, Longo: “Occorre un intervento deciso in questa direzione”

“Dallo scorso mese di gennaio, grazie ad un emendamento al dl Semplificazione, finalmente è stata resa obbligatoria l’etichettatura di molti prodotti dell’agroalimentare utile a renderne nota la filiera e l’origine di provenienza. Un’ottima notizia per tutto il comparto e, soprattutto, per le aziende del Sud – e della Puglia, la cui Regione è stata in prima linea in questa non facile battaglia -. Oggi quasi ad un anno di distanza, diventa però necessario l’accertamento del rispetto di quanto previsto dalla legge per bloccare sul nascere, come sembra stia accadendo, comportamenti illeciti che vanno a danno non solo dell’intero agroalimentare, ma anche della sicurezza e della salute dei consumatori”.

È quanto sottolinea in una nota il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo, che assicura in proposito la “totale disponibilità delle Puglia ad essere sempre in prima linea nelle azioni a tutela dei prodotti tipici locali, a tutela – in altre parole di quel Made in Puglia che, ormai noto, è apprezzato in tutto il mondo per le qualità esclusive e i processi naturali di produzione e che rappresenta il migliore biglietto da visita per una Terra laboriosa e per le imprese oneste, la stragrande maggioranza, che svolgono la propria attività con passione, trasparenza e rigoroso rispetto delle norme. Occorrono però sforzi ulteriori. Perché con l’importazione di tonnellate di prodotti dall’estero non si ferma l’attacco indiscriminato al comparto nazionale, a danno quasi esclusivamente dei Paesi della fascia mediterranea europea. Una situazione ancora più grave perché ci troviamo di fronte a materie prime sulla cui qualità e tracciabilità ci sono montagne di dubbi, senza contare le gravi ripercussioni tanto in termini economici che occupazionali. Per questo invito i colleghi del Consiglio regionale pugliese, i rappresentanti della Giunta, il presidente Michele Emiliano e i nostri parlamentari ed europarlamentari, ad unire le proprie forze e le proprie competenze per un intervento fermo, deciso e preciso in questa direzione”.

/comunicato

Related posts

La città è sporca: la colpa è sempre del comune o di tanti sporcaccioni che non collaborano?

Redazione Metropoli Notizie

Xylella. M5S: “Il Governo sta dando risposte concrete agli olivicoltori. Venerdì incontro a Lecce con il Ministro Lezzi”

redazione@metropolinotizie.it

Maltempo: allerta arancione nord Puglia

redazione@metropolinotizie.it

Crisi del mercato oleario, approvata la mozione di Damascelli

Redazione Metropoli Notizie

Xylella, C-Entra il futuro: “354 piante non ancora estirpate nei termini, su un totale di 858 piante infette. Da non crederci”

redazione@metropolinotizie.it

Cambiamenti climatici, sempre più urgente la proposta per contrastarli

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy