Senza categoria

Un nuovo sciopero alle ferrovie del Sud Est

I (pochi) treni e pullman delle Ferrovie del Sud Est si fermeranno nuovamente il 3 maggio nel Salento. Lo sciopero coinvolgerà circa 400 persone tra autisti, meccanici e personale amministrativo come risposta al mancato rispetto del contratto autoferrotranvieri e contro le azioni unilaterali decise dalla azienda controllata da Ferrovie dello Stato. Non è la prima volta che i sindacati, dopo avere dormito sonni d’oro nello scorso ventennio, incrociano le braccia contro la deriva dell’azienda incentrata sulla esternalizzazione di molti servizi importanti a scapito delle maestranze presenti in azienda. Il caso della officina di Lecce appena ristrutturata e prossima alla sua chiusura per evidente inadeguatezza con conseguente licenziamento di 30 persone è emblematico della contraddizione della direzione di FSE oltre alla questione delle centinaia di interinali prelevati dalla società Generazione Vincente S.p.A. Una scatola dalla quale Ferrovie dello Stato preleva a suo piacimento e a condizioni economiche vantaggiose, il lavoro. Questa moderna forma di caporalato legalizzato è alla base delle lotte sindacali degli ultimi mesi. E non solo in Puglia. L’abuso di questo strumento, nato per fare emergere il lavoro nero, che passi venga utilizzato da qualche furbastro imprenditore, è intollerabile quando è lo Stato a utilizzarlo. Spesso questi lavoratori sono giovani che hanno necessità di mettere su famiglia e si trovano invece ad essere precari a vita e a non ricevere nessuna formazione e quindi nessuna possibilità di sviluppare una professionalità. Peggio ancora è quando a farlo è Ferrovie dello Stato che si è presa le ferrovie regionali gratuitamente. Il nome poi dato dai geni del marketing “generazione vincente” è uno schiaffo al buon senso e alla sensibilità dei nostri giovani.

Related posts

Il Governatore Emiliano non ha certamente preoccupazioni per la sua rielezione

Redazione Metropoli Notizie

CAOS RINNOVO ESENZIONI TICKET, INTERROGAZIONE DAMASCELLI: “SERVIZIO MAL GESTITO PER MANCATA PIANIFICAZIONE POLITICA”

Redazione Metropoli Notizie

La Giustizia italiana dovrà risarcire a Francesco Cavallari oltre 350 miliardi di lire?

Redazione Metropoli Notizie

L’Italia è unita ma non i tribunali

Redazione Metropoli Notizie

Conoscere la Costituzione italiana. Un percorso guidato

Redazione Metropoli Notizie

BUCHI NERI: le prime foto nella storia

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy