salute

Vaccini, ma da che parte sta la verità?

Migliaia di bambini rischiano di essere espulsi dalle scuole materne perchè non sono stati vaccinati contro tutta una serie di malattie perchè qualche solone non sufficientemente documentato ha diffuso teorie che hanno terrorizzato migliaia di genitori.

Solo in puglia si parla di sette/ottomila e forse anche più, che di fronte al rischio di un effetto collaterale per i loro figli, come l’autismo, hanno lasciato scadere il termine per la prevista obbligatoria vaccinazione.

Ora c’è chi suggerisce sanzioni per i genitori inadempienti, ed è anche giusto, ma la domanda che ci si pone è sempre quella, da che parte sta la verità? Chi si è assunto la responsabilità di suggerire la non vaccinazione, quali testimonianze ha documentato?

Ha ragione lui oppure il ministero della salute che non riesce a documentare il contrario? Rimane l’allarme morbillo, ma questo indurrà i genitori a cambiare atteggiamento oppure saranno doverose le assunzioni di responsabilità da parte dei vertici della nostra sanità?

Un’altra domanda da porsi è quella del costo dei milioni di vaccini, visto che qualcuno maliziosamente in passato ha anche parlato inopportunamente di costi, esternazioni non documentate e quindi non valide.

Quindi bene le sanzioni contro i genitori inadempienti, ma altrettanto bene le opportune assicurazioni del ministero.

Related posts

Conca (M5S) Emiliano mi quereli ma non esiste uno studio di fattibilità sull’ospedale del nord barese

Redazione Metropoli Notizie

Sanità, PcE presenta mozione su fondi per esenzioni visite soggetti a rischio tumori

redazione@metropolinotizie.it

Allarme alga tossica in Puglia: più a rischio la provincia di Bari

redazione@metropolinotizie.it

Prevenzione cardiovascolare: screening gratuiti nella clinica mobile di GVM Care & Research in C.so Cavour piazzale Petruzzelli

Redazione Metropoli Notizie

Philip Morris presenta IQOS, consolidando l’impegno per costruire un futuro senza fumo

Redazione Metropoli Notizie

Sanità. Conca: “Mancano gli infermieri a Gravina e Altamura. Asl /Ba deve garantire l’assistenza territoriale”.

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy