Bari

Venerdì 20 dicembre chiude il villaggio di S.Nicola

Ultimo giorno domani, venerdì 20 dicembre, di questa seconda edizione de “Il Villaggio di San Nicola, dal mare alle terre”.

La giornata sarà dedicata alla Russia e a tutti i popoli con la grande festa finale. Dopotutto tanti sono i punti di contatto che legano la cultura russa alla nostra proprio attraverso il nome di San Nicola, come dimostrano anche i numerosi pellegrini ortodossi giunti in questi giorni a Bari per celebrare il Santo di Myra secondo il calendario giuliano.

Il Villaggio domani osserverà i seguenti orari: 9.00-13.00 e 16.30-20.30.

Si aprirà con lo spettacolo Parole e danze per San Nicola a cura dell’associazione Shahrazad ed il consueto Spettacolo di burattini.

All’insegna dell’unione e del dialogo tra le diverse comunità, nel pomeriggio si darà ampio spazio alle Danze dei popoli del mondo. Si proseguiràcon lo spettacolo Live Gravity, con gli artisti dell’associazione Un Clown per amico, e con lo spettacolo teatrale della compagnia In S’cena, La città degli approdi. A seguire il maestoso concerto di  House Bembè, Arti musicali e performative.

Gran finale con il Convivio delle Differenze, grazie al supporto di Dok e Famila, a cui parteciperanno le diverse comunità che hanno animato in questi giorni il Villaggio, quali quella albanese, rumena, russa, indiana, africana e brasiliana. Con la tradizione delle cucine dei popoli, compresa quella barese, si farà festa insieme ai visitatori del Villaggio. Grandi e piccini.

Come tutti i giorni non mancherà l’itinerario artistico pedagogico Il Santo e le parole della Compagnia Shahrazad e i numerosi laboratori che coinvolgono grandi e piccini.

Si comincerà dal laboratorio sui presepi a cura dell’associazione gruppo presepisti di San Nicola con Attilio Canta, si proseguirà con ‘vestiamo un saree e facciamo una foto in India’ e ‘disegniamo e costruiamo il nostro mandala’ a cura di Bollywood Bari. 

Immancabile sarà il laboratorio di cucina sulle cartellate con  Maria Elena Toto e Francesca Mola in arte Franciscka Chef, quello sugli oggetti della tradizione artigiana rumena a cura di Concordia Populorum, e di letture animate, musica dal vivo, mostre a cura della RCU del IV Municipio. Il Museo Nicolaiano e la Croce Rossa Italiana terranno poi laboratori di disegni e di truccabimbi, mentre a cura dell’Associazione Cama Lila, sarà l’iniziativa ‘La prevenzione sotto l’albero’.

Dunque non solo attività ludiche e didattiche, l’edizione 2019 è stata caratterizzata anche dalla numerosa presenza dei popoli del mondo che venerano San Nicola, il Santo di Myra che lega l’Oriente all’Occidente, simbolo di accoglienza e integrazione.

Fiera del Levante

Related posts

MUVT – in fase di installazione le nuove obliteratrici contactless sui mezzi Amtab

redazione@metropolinotizie.it

INCENDIO EX ANCORA A PALESE QUESTA MATTINA IL SOPRALLUOGO DELL’ASSESSORA PALONE “SIAMO PRONTI A RIAPRIRE LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE”

redazione@metropolinotizie.it

Emiliano annuncia a Bari Vecchia la sua ricandidatura alla guida della Regione Puglia

Redazione Metropoli Notizie

Fiera Levante:83/a edizione su clima

redazione@metropolinotizie.it

Sorpresa finale per il protocollo d’intesa per il palazzo di giustizia nelle casermette: il sindaco di Bari non partecipa

Redazione Metropoli Notizie

FacciamoScuola. Bitonto (BA), inaugurata la serra didattica finanziata grazie al taglio stipendi dei consiglieri del M5S.

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy